dd

     Benvenuti  - Welcome- Bienvenue - Benvenidos- Willkommen

accedi all'area riservata ai soci  

  

 

VIDEOROTARY

canale di You Tube con VIDEO in italiano e FOTO dell'attività del Club di San Marino

 

 

Notizie,economia,storia, meteo della Rep.S.Marino su

Libertas.sm

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

nte

 

Rotary impegna altri 75 milioni di dollari per eliminare la polio

 

27 maggio Ristorante Righi la Taverna conferenza di

Antonio Morri e  Gian Guido Turchi

"La Ferrovia Rimini San Marino

fer

Un'opera non dimenticata "

mt

protagonista della riuscita conviviale la nostra vecchia, indimenticata ferrovia, il trenino bianco-azzurro che collegava Rimini con San Marino. Un opera interessante per vari aspetti. Antonio Morri ne ha parlato della storia, dai contatti di Benito Mussolini con Giuliano Gozi rispondendo a queste domande:

do

illustrando così la vicenda storica che coinvolse Giuliano e Manlio Gozi contrapposti ai "fascisti di Serravalle" Ezio Balducci e Moro Morri, fino al"colpo di stato"con tanto di sicari siciliani arrestati...

Gian Guido Turchi,autore della più significativa pubblicazione sulla Ferrovia,  interviene sugli aspetti tecnici che rendevano la nostra una delle prime rotabili elettriche a tensione continua che aveva ragione di un percorso arduo e insidioso domato tramite 17 gallerie di cui due elicoidali 12  tra ponti e viadotti e altre significative opere per superare le problematiche geologiche. Un'opera che aprì la repubblica al turismo di massa, ancora oggi di riferimento nella progettazione ferroviaria , lasciata nell'abbandono quando con poco,considerati i limitati danni subiti dalla guerra, poteva tornare in funzione come collegamento con la riviera e la rete ferroviaria europea. 

Grazie a Turchi, Morri ,Yuma per aver soddisfatto nella bella serata le numerose curiosità dei presenti, per le immagini opportunamente illustrate, grazie alla Associazione Treno Bianco Azzurro a Marino Francioni e a Elisabetta Piccioni che con la pagina Facebook  "c'era una volta la ferrovia Rimini San Marino"  hanno fatto riscoprire un nostro grande patrimonio, continuando studi di  documentazione e ricerca storica e possibili progetti, tenendo ben vivo  il ricordo e la speranza di poter un giorno risalire su una carrozza bianco azzurra...!

ee

da sn. Sandro Spadoni della Banca Agricola Commerciale, Antonio Morri, Giuseppe Nicolini, Gian Guido Turchi, Giorgio Giordani

13 Maggio 2014 Ristorante alla Fratta

piacevole serata dedicata alle Bollicine e alla Classicità.   Una parte del merito è dell’eccellente maison Champagne Thevenet-Delouvin che si è presentata con tre superbi Cuvées, una parte va alla sapiente cucina di Stefano Raggi che ha abbinato superlativi piatti di pesce e una grande parte va a Milena Bernadelli e Sabrina Baracchi, le due relatrici, che tra cultura, aneddoti e la precisa, armonica e sapiente descrizione delle peculiarità degli champagne hanno esaltato magicamente questa preziosa degustazione.

dd

29\4 alla Fratta     Serata Benefica

raccolta fondi da destinare al progetto alimentare per le famiglie sammarinesi che si rivolgono alla Caritas

Comicità e arte a servizio della solidarietà.

Anche nella Repubblica del Titano c’è una realtà sommersa di persone che versano in condizioni di ristrettezza e di povertà. Sono ormai oltre sessanta le famiglie sammarinesi che si rivolgono alla Caritas con richieste di aiuto.

Il 29 aprile il Rotary Club di San Marino ha organizzato una serata dedicata alla raccolta di fondi per il sostegno alimentare di queste famiglie, nella bella cornice del ristorante La Fratta in San Marino.

La serata è stata possibile grazie alla sentita partecipazione dei brillanti conduttori, il fantasista  Leo Mas ed il cabarettista Andrea Prada di Zelig Lab, che, rinunciando al loro cachet,  hanno intrattenuto con humour e garbo i convenuti.

Fulcro dell’evento, l’asta per l’aggiudicazione di due opere donate da Gabriele Gambuti

La sculturaVetiver ed il dipinto Le Parfum de Grand Jardin, fra le opere più significative dell’artista, sono state oggetto di una generosa corsa al rialzo da parte delle oltre 70 persone intervenute.

Il ricavato della serata, oltre 5.000,00  euro, verrà consegnato ai responsabili della  Caritas  di San Marino.

Da segnalare il bel gesto del generoso rotariano Bonfiglio Mariotti che dopo essersi aggiudicato all’asta il dipinto Le Parfum de Grand Jardin ha voluto farne dono proprio alla Caritas per abbellirne la sede di Borgo Maggiore.

Il Rotary ha nel proprio statuto la finalità di portare a compimento programmi umanitari, educativi e culturali a favore della comunità: il Rotary Club di San Marino ha centrato questi obbiettivi nella bella serata in cui generosità e altruismo di tutti i presenti sono stati protagonisti. 

dde

Grazie a Leo Mars e Andrea Prada, grandi artisti intrattenitori che hanno condotto brillantemente la serata,

a Gabriele Gambuti artista sammarinese che ha donato due pregevoli opere battute all' asta con ottimo risultato, a Stefania Leardini che lo ha presentato,

ai Soci e agli Ospiti che con la loro presenza hanno consentito di raccogliere una ragguardevole cifra a favore di questo progetto,

al Presidente Giuseppe Nicolini  che ha voluto e si è impegnato per questa concreta iniziativa

 

immagini della serata

dddfed

18\3 alla Fratta

Il presidente Giuseppe Nicolini ha organizzato l'incontro "San Marino visto dall'Italia" per suggellare l'uscita delle Rep. San Marino dalla Black List.
Relatore della serata la titolare dello Studio Montefeltro di Novafeltria d.ssa Rossana Costantini, consulente fiscale del lavoro.
E' emerso un grande interesse e un riavvicinamento di aziende italiane al nostro mercato e questo fa ben sperare in una ripresa prossima.
Qualche rumore in sala si è avvertito. Certamente i quattro anni di segregazione e grandi difficoltà per le aziende sammarinesi sane hanno lasciato una profonda ferita, solo il tempo e la chiarezza potranno riportare quel clima di serenità e naturale collaborazione fra i due Paesi, così necessaria per la nostra economia.
rosannaimmagini della serata

11\3 Conviviale alla Fratta

zanizanimass

Pietro Zani Massani, Direttore del WTC di San Marino ha illustrato la rete dei WTC, presente in 340 città del mondo,le possibilità offerte all'imprenditoria e il Business Angels Club ai soci del Rotary sammarinese, presentato da Maurizio Allasia.

Incontro con i ragazzi di terza e quarta Liceo Classico di San Marino

  Una meritevole iniziativa rotariana voluta dal Presidente Giuseppe Nicolini dal socio  prof. Nicola Renzi coadiuvato per la parte organizzativa da Allasia Maurizio.
Molti i soci che hanno dato disponibilità a relazionare sulle loro esperienze nell’ottica di motivare e orientare i futuri diplomanti.
Maurizio Allasia, Franco Capicchioni, Giorgio Casadei, John Mazza, Ettore Pazzini, Stefano Raggi, Massimo Rastelli, Oliviero Soragni,

immagini dell'incontro

formaz

form2



Ospiti di  Stefania e Enzo Donald

Sono sicurissimo che tutti, il Segretario Morganti,il Presidente Nicolini, gli Ospiti, i Soci e le rispettive Consorti  siano stati felicemente impressionati dal vostro amore per le cose belle, miscelando tradizione e innovazione.
Bravi per averci magnificamente accolti e fatto trascorrere una piacevole serata.
Il vostro entusiasmo, capacità e sensibilità è motivo d’orgoglio per tutti noi.

fondaz
fond2

Conviviale 11\2   Grand Hotel San Marino 

Dott.ssa Chiara Marchi, 

otorinolaringoiatra del  Pierantoni -Morgagni Forlì

relazione sul tema : La tosse cronica di pertinenza otorinolaringoiatrica

chiara marmar

21\1  Cantina Consorzio Vini Tipici

cc 

Flavio Benedettini,

Presidente del Consorzio Terra di  San Marino, ha parlato delle

eccellenze gastronomiche e della nostra agricoltrura.

 Paul Andolina, direttore Commerciale del Consorzio Vini Tipici

 Sammarinesi,ha  illustrato  i nostri vini e la tradizione enologica.

3-12 Conviviale Rist. Righi

Paolo Cori Progettista navale e giornalista televisivo:Storia della Vela e Coppa America

Daniele Belluzzi team member di Prada Challenge 2013

ospiti Renzo Tosi presidente Y.C. San Marino

Marino Fattori presidente Federazione vela

 

immagi edite da Leonardo Cori

 

ccaaaGiovedì 21 novembre 2013, gli Eccellentissimi Capitani Reggenti hanno ricevuto in udienza il prof. Massimo Cacciari, una figura che direttamente entra nei processi cognitivi dei cittadini europei per la rara capacità di elaborare il pensiero filosofico e contemporaneamente praticare il ruolo, concreto, spesso difficile, della politica applicata. Il prof. Cacciari, da grande filosofo ha dimostrato di essere ottimo amministratore, capace di mettere in pratica sistemi complessi tesi alla valorizzazione del territorio. Così la politica si trasforma in una pratica alta, in cui le grandi idee diventano non solo progetti, ma veri e propri cantieri.
Un ringraziamento al Professore per la sua presenza e al Rotary che ha promosso questo incontro di altissimo livello.

21\12 Alla Fratta conviviale con il

Prof. Massimo Cacciari

 Democrazia e Europa

 

grf

12 Novembre     Ristorante Righi

Relatore: Dr. Fabio Carbonari  la Grafologia

 Grafologia illustrata dal Dott. Fabio Carbonari è stato il tema della conviviale rotariana. Il Relatore, docente universitario in psicologia dello sviluppo, consulente grafologo,psicoterapeuta ipnotista, ha coinvolto sapientemente un attento uditorio in un interessante percorso in cui la grafologia si connette con psicologia, psichiatria e ipnosi.

Quando una persona inizia a scrivere non utilizza uno spazio neutro e ognuno di noi  attribuisce a quello spazio bianco che affronta con la penna particolari significati in base alla propria costituzione psicologica, biologica, in base alle proprie esperienze passate, sensazioni, esperienze personali. Il foglio su cui scriviamo rappresenta l’ambiente in cui ci muoviamo. La nostra grafia è un gesto personale difficile da copiare… Dalla grafia l’esperto è in grado di evidenziare la sensibilità della persona, l’affettività la relazionalità, la comunicatività, la sessualità, compatibilità di coppia etc.etc. Con la grafologia si può capire come la gente ragiona. L’analisi grafologica applica un metodo di indagine rigoroso ed oggettivo studiando, fra le altre cose,   il calibro delle lettere, la loro curvatura, la pressione grafica esercitata, lo spazio fra una lettera e quella successiva, lo spazio fra le parole, riuscendo a risalire dalla grafia  allo studio delle dinamiche della personalità.

ggr

ddr

5\11 Chiesa MURATA  Messa in commemorazione Rotariani defunti

Ristr. la Fratta     Don Roberto Colosio

"L'educazione dei giovani"

sss

ddd 

29\10  Righi la Taverna  Conviviale

Avv. Alvaro Selva

 presentazione della "Storia delle Istituzioni della Repubblica di San Marino" AIEP Editore

Analizzare la storia del nostro paese utilizzando la chiave giuridica e viceversa analizzare la stratificazione che forma l’attuale Costituzione attraverso gli eventi che hanno caratterizzato l’excursus storico, consente di raggiungere risultati estremamente importanti. Esiste infatti una stretta correlazione fra fatti accaduti e norme giuridiche e ciò consente di capire con più precisione il motivo delle scelte. Il lavoro dell’Avv. Alvaro Selva va ancora oltre questo interessante confine, e riesce nelle fasi in cui la storia si confonde con la tradizione agiografica o fa riferimento a documenti non perfettamente accertati dalla storiografia, di capire i motivi che hanno mosso quei monaci o quei notai, o quei politici ante litteram, a produrre testimonianze importantissime, che formano nel tempo i gangli vitali del mito della libertà, della democrazia partecipata, della rotazione dei poteri, del controllo sugli stessi. In sintesi l’opera dell’Avv. Selva è particolarmente apprezzabile perché ricostruisce la storia delle istituzioni della nostra Repubblica e colloca l’attuale assetto costituzionale quale risultato di eventi evolutivi che hanno trovato una loro sintesi nella vigente costituzione. L’autore svolge un’approfondita analisi dell’ordinamento costituzionale della Repubblica di San Marino, della sua collocazione nel contesto internazionale, dei poteri costituzionali e dei diritti tutelati dalla costituzione. L’impegno della casa editrice AIEP è quello di favorire la diffusione, la più ampia possibile, di questo lavoro, che consenta un’approfondita conoscenza della nostra storia istituzionale e del vigente ordinamento costituzionale.

  ssss

aur

16/1Rist. Righi  Dott.ssa Aurelia Zafferani

Gli Anziani a San Marino "Svegliamente"

Una raccolta di esercizi logico-memonici frutto delle esperienze e della metodologia in uso dal Servizio Territoriale Domiciliare per stimolare e allenare la memoria di persone in età avanzata. Partendo dalla situazione attuale sull’invecchiamento attivo della nostra comunità e passando attraverso le politiche sociali di quest’ultimo trentennio la Dott.ssa Zafferani ha testimoniato il grande traguardo raggiunto. San Marino è fra i paesi più evoluti nel mondo con la più alta aspettativa di vita: 85 anni per le donne, 81 per gli uomini. I numeri parlano chiaro: dall’82 ad oggi, in trent’anni gli anziani da 1948 sono passati a circa 6.000, gli ultra 75enni da 706 sono diventati oltre 2000, gli ultra 85enni da 115 a 870 con un aumento di oltre 7 volte.

Uno studio internazionale svolto in tre aree della terra, dove vivono ultra centenari in salute, ha rivelato che sono quattro gli elementi che caratterizzano la qualità della vita nella terza e quarta età: l’alimentazione, l’attività motoria, un ambiente sano e i rapporti umani. Proprio questi quattro elementi sono stati presi come guida per il Servizio Domiciliare Territoriale di San Marino che oltre a prendersi cura delle persone, offre strumenti, informazioni e luoghi affinchè le potenzialità presenti in ognuno di noi possano essere risvegliate e messe in movimento per gestire ed essere proprietari di una esistenza vitale. Due psicologhe e diversi educatori seguendo il programma settimanale di training suddividono i partecipanti in piccoli gruppi omogenei con esercitazioni mirate a: tecniche di associazione, abilità di calcolo, consapevolezza del mondo circostante, attenzione e concentrazione, immaginazione, memoria visiva, memoria a lungo e breve termine. Dai risultati emerge che la costanza e la perseveranza dell’allenamento producono effetti positivi sia nelle persone non compromesse che in quelle con disturbi cognitivi lievi e/o moderati. Nel tempo le persone autonome aumentano le performance nelle singole prove e in quelle compromesse si rallenta il decadimento.
Da qui l’idea del libro, per avvicinare, sdrammatizzare il tema ed entrare in tutte le case. Autori e protagonisti attivi sono stati Alessia, Elena, Simona, Tony e Aurelia. Sono stati selezionati 170 dei 2500 esercizi nati dall’esperienza del Laboratorio, magnificamente vestiti dall’illustratrice pluri premiata Eva Montanari. Il libro di proprietà dell’ISS è stato editato Aiep editore. Il presidente Giuseppe Nicolini, a nome di tutto il Club ha ringraziato vivamente la relatrice per l’interessante e piacevole serata che ha messo in luce un altro importante tassello della positività sammarinese.

 

24\9   consegnato il PREMIO ROTARY 2013 dal Governatore Castagnoli

 giovani come eccellenza, speranza per il futuro

Gli ottimi studenti di oggi rappresentano una formidabile promessa per il futuro, non solo perché saranno gli autorevoli professionisti di domani, ma perché sapranno essere, soprattutto, buoni cittadini e uomini buoni. Uomini e donne che grazie al loro impegno e al supporto di capaci insegnanti sapranno dare concretezza e speranza al futuro di questa Repubblica.
Il Presidente del Rotary Club di San Marino Giuseppe Nicolini e la Preside Maria Luisa Rondelli hanno salutato i 15 studenti della Scuola Secondaria Superiore, premiati per aver conseguito la maturità con il massimo dei voti. 
Da oltre 40 anni esiste il premio Rotary, e ogni volta, alla consegna, l’emozione degli studenti eccellenti della Repubblica di San Marino e dei loro genitori si rinnova, viva e tangibile. 
Relatore d’eccezione la Prof.ssa Carla Nicolini che, partendo dalla contrapposizione di due lapidi celebrative dell’Arengo del 1906, con un meraviglioso volo pindarico fra la cultura greca e romana ha apostrofato gli studenti presenti come INTELLETTUALI, esplicando i concetti latini da Vitam beatam a Magnitudo animi, promuovendoli fautori di “Humanitas”, quella meravigliosa qualità intellettuale e morale di chi è colto. “Sarete saggi se non dispererete e se non perderete la speranza”. L’emozione in sala per l’intervento dell’ultra ottantenne, lucida, precisa, piacevole e autorevole, ancora come fosse in cattedra di fronte ai suoi allievi, era assolutamente tangibile: in silenzio attento l’uditorio ha ascoltato l’impegnativa relazione, ricambiata infine da un prolungato e caloroso applauso. 
Il Governatore del Distretto 2042 Giuseppe Castagnoli ed il Past Governor Sante Canducci hanno proceduto all’assegnazione dei premi, intrattenendosi con i ragazzi sui futuri progetti di studio.

Premiati gli studenti che hanno conseguito la votazione massima alla maturità nei Licei Sammarinesi.

 Per il Classico: Taddei Gian Luca ( lode) per il Linguistico  Censoni Melissa, Rondelli Federica e Zonzini Federica (lode). 

Scientifico: Forcellini Thomas, Marani Andrea, Piva Annalisa (lode), Santini Ilaria, Tamagnini Elisa e Zafferani Martina.

 Economico: Arcangeli Giada, Francini Sara, Gasperoni Federica, Zanotti Nicholas e Zanotti Thomas.

fff

la prof.ssa Carla Nicolini  ha brillantemente conferito sul ruolo dell'intellettuale, la Preside Maria Luisa Rondelli ha portato il saluto della Scuola.

le immagini della serata alla Fratta di Giorgio Casadei

Marte10\9 Ristorante Righi La Taverna

  prima visita del Governatore

del Distretto 2072

Giuseppe Castagnoli

ddd

immagini della serata

jj

16\7 Riunione  n° 1700 
Ristorante La Fratta San Marino


Ospite il Prof. Alfio Conti, Università di Belo Orizzonte

Urbanista ed architetto, collabora con il gruppo di ricerca in

“Politiche della sicurezza e territorio” dell’Università di San Marino.

relazione sul tema : SPAZI URBANI SICURI.

aall

immagini della serata

9\7 Riunione 1699-  Ristorante Righi

Dott. Luciano Gengotti :  L'arte della vendita

excursus sulle tecniche di Marketing da parte dell’ex Direttore Commerciale del gruppo SCM.

                

lg

Immagini della serata

 

gg

 25 \6  Ristorante Righi                    immagini della serata

Passaggio delle Insegne Rotariane: da Paolo Rossi a Giuseppe Nicolini  Presidente 2013-14  del Rotary Club di San Marino

Cambio di timone al Rotary Club di San Marino, il past President Paolo Rossi ha consegnato la campana al nuovo presidente 2013-2014 l'Avv. Giuseppe Nicolini, con i migliori auspici dei numerosi rotariani presenti.

Giuseppe Nicolini è nato a San Marino nel 1960, sarà casualità o forse disegno del destino, ma dopo aver conseguito la maturità classica nel 1979 riceve il Premio Rotary riservato ogni anno ai migliori studenti sammarinesi. Si sposa nel 1983 con Daniela Fabbri, tre figli, Emanuele (1984), Andrea (1988) e Cristina (1990). Si laurea in Giurisprudenza presso l'Università di Bologna (1985), due anni dopo consegue l'abilitazione alla professione di Avvocato e Notaio. Nel 1989 viene nominato Agente per San Marino dalle Assicurazioni Generali.

Attualmente è Avvocato e Notaio libero professionista; Rappresentante Procuratore per la Repubblica San Marino di Generali Italia SpA; Presidente della Federazione Sammarinese Nuoto e, da oggi, Presidente del Rotary Club San Marino.

Un presidente giovane, dinamico e concreto che si cimenterà con impegno alla guida del Club per essere valido portavoce delle finalità rotariane.

Appassionato velista, ha un sogno nel cassetto: una traversata atlantica in barca a vela. Un anno di presidenza, al comando di un club rotariano è sicuramente un buon test di resistenza, tenacia, capacità di comando, così come si addice ad uno skipper d'eccezione

Ospiti: Presidente Rotaract Ghiotti presenta l'annata Rotaractiana e la partecipazione al Ryla. Luciano Scarponi Paul Harris Fellow

jj

 

hhNicola Renzi Paul Harris Fellow ffMassimo Rastelli  Paul Harris Fellow

gg

Ristorante La Fratta 22\6    “Festa del Solstizio d’estate” per i Bambini di Haiti

ai Bambini di Haiti il ricavato dell'asta organizzata da Giovanna Crescentini con le consorti rotariane. L'iniziativa voluta dalla signora Giovanna Angotti, moglie del Governatore si è tenuta nel corso della riuscitissima serata che ha visto protagonisti un impeccabile battitore, Luciano Scarponi, un intramontabile mito, il Dj. Yuma e una perfetta padrona di casa, Giovanna Crescentini. Soci ed ospiti  si sono aggiudicati gli oggetti offerti all'asta e l'incasso  unito a quello della precedente iniziativa con protagonista la Corale sarà una donazione importante per il progetto distrettuale.          immagini della serata

 

bolognesi

12\6\ Ristorante Righi
Gianfranco Bolognesi, un mito della ristorazione italiana.
Questa volta il nostro presidente Rossi ci ha voluto prendere per la gola.....Gianfranco Bolognesi una vera stella della cucina italiana, anzi due stelle Michelin e numerosissimi riconoscimenti per la cucina e per la cantina.  La sua Frasca ... bomboniera romantica, raffinata e lussuosa ha accolto gourmet, cultori, personalità e golosi da tutto il mondo.  -La mia cucina nasce con gli insegnamenti del passato e la cultura del presente, frutto al tempo stesso dell'invenzione e della tradizione. Cucina territoriale: armonia, semplicità ed eleganza. Una cucina di affetti e non di effetti. Non basta amare il proprio mestiere, bisogna anche saperlo fare.
   Chi ha frequentato La Frasca a Castrocaro o a Milano Marittima può, a ragione, considerarsi fortunato e filosofo di vita, così come lo è Lui.
Gianfranco ci ha raccontato la nascita e la storia della grande cucina attraverso quasi due secoli, con una mappa precisa delle locande, osterie e ristoranti che hanno lasciato un segno indelebile nell'arte culinaria tracciandone la storia. Un elenco preziosissimo,  di chi si è perso per strada, chi per esigenza, si è trasformato e chi, con tanta difficoltà, ancora resiste.  Una storia bellissima che a molti di noi, in particolare chi ha i capelli bianchi, ha ricordato luoghi e nomi, visitati o conosciuti, anche solo per sentito dire.
sartini Luigi Sartini  chef del Ristorante Righi
 ha deliziato i presenti con piatti della nostra tradizione e più elaborate creazioni di alta cucina.
immagini della serata

 la Mostra  di sculture  “Elite- Riflessi preziosi” di   Odo Camillo Turrini
odo camillo turrini
allestita presso la Galleria San Marino – Palazzo Arzilli     Visitabile fino alla fine di giugno.
Molte sono le opere esposte, nelle foto solo alcune per lasciarvi il piacere della visita.  alcune immagini della mostra


 

28-5   -     Ristorante Righi

val

Relatore: Dott. Pasquale Valentini,  Segretario di Stato per gli Affari Esteri della Repubblica  di San Marino. 

Tema:  La Repubblica di San Marino e la Pace”

 Interessantissima relazione quella svolta dal Segretario di Stato per gli Affari Esteri Pasquale Valentini in occasione della conviviale di martedì scorso del Rotary Club San Marino e dal titolo “la Repubblica di San Marino e la pace”. Il tema della pace è il tema che il Presidente Internazionale del Rotary ha scelto per l’annata rotariana 2012-2013, tema più che mai attuale e che – come ha ricordato il presidente Paolo Rossi – invita alla riflessione.

Le notizie – che purtroppo si apprendono quotidianamente dalla stampa – di violenza, di conflitti, di stragi, di genocidi, di rappresaglie verso i soggetti più deboli, fanno capire quanto ancora lontano sia il traguardo di una “pace senza confini”.
Il Segretario di Stato Valentini ha sottolineato come la nostra piccola Repubblica – durante tutta la sua millenaria storia – abbia sempre fatto della pace uno dei suoi capisaldi – insieme alla libertà e alla difesa dei diritti umani. E ha ricordato che non può esserci pace dove non c’è giustizia e dove i diritti fondamentali dell’uomo non sono riconosciuti nè tutelati. E proprio in materia di pace e di diritti umani – ha ricordato – la nostra Repubblica ha sottoscritto numerosi trattati e convenzioni internazionali; spesso prima di tanti altri Stati molto più grandi e importanti e spesso facendosi essa stessa promotrice nei diversi consessi.
Il Segretario di Stato Valentini ha quindi ricordato le convenzioni più importanti in materia di pace cui San Marino ha aderito.
Ma prima ancora dell’interessante excursus storico, ha invitato tutti ad una riflessione: la pace non deve ritenersi un diritto acquisito per sempre bensì un qualcosa che va alimentato quotidianamente e in ciò un ruolo fondamentale è esercitato in primis dalla famiglia e poi dalla scuola e dalle istituzioni. Pur essendo scolpito nel DNA dei Sammarinesi, la pace è un valore che va insegnato e alla quale tutti dobbiamo essere costantemente educati. Probabilmente il fatto che oramai da decenni San Marino – e tutta l’Europa – non vivano situazioni di conflitto possono fare – a torto – ritenere che la pace sia un bene invulnerabile. Ma non è così. La pace va costruita, ogni giorno.
Veramente toccante il momento in cui ha ricordato le parole di Don Milani riguardo a come distruggere gli imperialismi per liberare i poli
“Gli imperialismi? Ci vorrebbero ventimila sanmarini per eliminarli: Il mondo cambierebbe radicalmente in meglio, sarebbero protette le culture e le identità. Sostanzialmente sarebbe protetta anche la pace, perché le guerre diverrebbero guerricciole”.

 

21 \5 Rist. Righi   

ev

Prof. Vitaliano Esposito   Riflessioni sull'ingiustizia in Italia

Serata dedicata alla giustizia, quella di martedì sera del Rotary Club San Marino. Anzi… all’ingiustizia perché il tema era “Riflessioni sull’ingiustizia in Italia”. Relatore, un ospite davvero d’eccezione, il Presidente Vitaliano Esposito, Procuratore Generale della Corte di Cassazione dal 2008 sino ad aprile 2012; Agente del Governo Italiano davanti alla Corte Europea per i diritti dell’uomo a Strasburgo dal 1997 al 2002; attualmente Garante dell’esecuzione delle prescrizioni contenute nell’autorizzazione integrata ambientale per l’Ilva di Taranto, nominato dal Consiglio dei Ministri il 16 gennaio scorso.
Un ospite, quindi, autorevolissimo, un giurista di chiarissima fama, insigne magistrato, conosciuto e stimato non solo nell’ambito dell’attività giurisdizionale, ma anche istituzionale, sia in Italia che all’estero. Autore di numerose pubblicazioni e contributi scientifici di grande rilievo nel campo del diritto e soprattutto dei diritti umani. Nella conversazione conviviale – come lui stesso l’ha definita – l’illustre relatore si è soffermato sulle criticità del sistema giudiziario italiano con particolare riferimento alla parziale osservanza dei principi della Convenzione Europea dei Diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali e della giurisprudenza della Corte Europea di Strasburgo.Il Dott. Esposito si è intrattenuto in special modo sul concetto di fairness e cioè sulla correttezza, su quel generale sentimento del giusto e dell’equo che dovrebbe ispirare tutte le azioni – e che per i magistrati dovrebbe interpretarsi come correttezza processuale. Quella correttezza che – traducendosi nel rispetto degli altri e della funzione che si svolge – riconduce a ragionevolezza ed uniformità il potere discrezionale.
Il dott. Esposito ha evidenziato come nella carenza di regole e canoni di correttezza si annidi il rischio della imprevedibilità dell’azione dei pubblici poteri, della non uniformità del loro agire e quindi dell’arbitrio con conseguente violazione dei principi fondamentali di uguaglianza e di certezza del diritto. Grande lezione – la sua – che ha concluso sottolineando come “Le esigenze della giustizia – anche per chi la configuri come repressione penale – possono limitare i diritti fondamentali, ma non possono mai risolversi nella loro non ragionevole compressione e nella violazione del principio della sicurezza giuridica delle persone, cardine di ogni ordinamento democratico."




sten E' pronto il  il nuovo stendardo del Club. Dall'anno rotariano 2103\14 il nostro Club è parte del

Nuovo Distretto Rotary International 2072 -Emilia Romagna Rep.San Marino

fun

14\5\ Ristorante Righi         Ing.  Luciano Lanzingher

Tema: “Le funivie bifuni a “ va e vieni”. Tipologia tradizionale e sue configurazioni moderne”. Dotta realazione dell' Ing. Lanzingher, consulente per la nostra funivia, che ha illustrato lo stato dell'arte in questo tipologia di costruzioni con una presentazione con dati tecnici e suggestive immagini. Curiosità e puntualizzazioni da parte dei presenti  soddisfatte con garbo e professionalità dal gentile Relatore.

 

ggg

ROTARY INTERNATIONAL

InterPaese Italia Russia - Serata con Rotary Club San Marino

3 maggio Ristorante La Fratta   immagini della serata

VENERDI’  26 Aprile – Ore 20:30 – Ristorante La Fratta  

        sss dd  

Sabrina Baracchi, abilitata Sommelier (ASI) e Fabrizio Raggi Attore e Regista :   Un po’ di bollicine:  “ Champagne  a Teatro, in letteratura, Santi e Champagne...

 

 Paolo Calcinari

ssMARTEDI 16 Aprile –Ristorante La Fratta

Immagini della serata

 “Crisi del debito area euro e del sistema bancario - le conseguenze per gli investitori. Esistono investimenti sicuri? Quali strategie d’investimento nell’era della globalizzazione?”

 

rr

Serata particolarmente emozionante quella che ieri il Rotary  Club San Marino ha dedicato al M° Italo Capicchioni al quale è stato consegnato il Premio Rotary per l’eccellenza nel professioni. Il M°  Capicchioni, famoso clarinettista, è il più conosciuto e talentuoso  musicista sammarinese, le cui indiscusse doti artistiche sono state altamente apprezzate anche al di fuori dei nostri confini. Per undici anni primo clarinetto solista dell’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, poi per nove anni, con lo stesso incarico, nel Teatro alla Scala di Milano dove nel 1972  fu chiamato - senza sostenere un concorso ma proprio per la “chiara fama” raggiunta -  dal M° Claudio Abbado; ha effettuato numerose tournées sui più prestigiosi palcoscenici del mondo (Bolscjoi, Metropolitan, Operà) sotto la direzione dei più grandi direttori d’orchestra internazionali – da Karajan a Metha, Kleiber, Bernstein, Osawa .Una carriera che – accanto a quella di orchestrale – si è sviluppata anche in ambito solistico e cameristico. Tra le produzioni più significative vanno annoverate “La storia del soldato” di Igor Stravinsky con i solisti della Scala e Dario Fo e le Settimane Internazionali a Napoli con Salvatore Accardo.

Grazie alla coinvolgente presentazione del Prof. Sandro Salicioni , ieri sera si sono ripercorse le tappe della prestigiosa carriera del M° Capicchioni e di una vita dedicata con impegno, rigore e successo alla musica. Toccante il ricordo del suo primo concerto – a 11 anni (era il 1952) – a Palazzo Pubblico in occasione della investitura dei Capitani Reggenti, accompagnato dalla Banda Militare della Repubblica di San Marino. Fu quello il suo primo palcoscenico.  E proprio a Palazzo Pubblico il M° Capicchioni ha concluso - nel 2005 – la sua brillantissima carriera, esibendosi nel III° Concerto di Natale in onore dei Capitani Reggenti presso la sala del Consiglio Grande e Generale con l’esecuzione del Concerto K 622 di Mozart per clarinetto ed orchestra. Esecuzione che ieri sera  è stata, in parte,riascoltata da un pubblico manifestamente emozionato e commosso. Il Rotary ha inteso sottolineare una volta di più gli importanti traguardi professionali che, con le sue particolari doti artistiche ed il suo impegno, il M° Italo Capicchioni è riuscito a raggiungere a livello internazionale, evidenziando come la sua prestigiosa carriera abbia fatto grande onore – in tutti questi anni -  anche al nostro Paese, esprimendo un’eccellenza di successo sicuramente formidabile e straordinaria .

  rrrr

 

ROTARY, ROTARACT ASSOCIAZIONE STUDENTESCA Sammarinese a Cento in visita al Liceo Cevolani

________________________

Immagini  della giornata

 Rotary Club San Marino con una rappresentanza del Rotaract San Marino e una delegazione dell’Associazione Studentesca  Sammarinese e il Preside della Scuola secondaria superiore Dott.ssa Maria Luisa Rondelli hanno fatto visita al Liceo Cevolani di Cento (FE)  al quale erano state donate - all’inizio del’anno scolastico in corso - alcune lavagne interattive. Durante lo scorso anno scolastico l’Associazione Studentesca Sammarinese, infatti, ha pensato di raccogliere fondi da devolvere in favore di una scuola delle zone terremotate dell'Emilia. La somma raccolta frutto delle attività organizzate dall'associazione durante l'anno e' stata destinata – appunto -  all'acquisto di lavagne interattive donate al suddetto Liceo. L'associazione studentesca scelse allora come partner tecnico per il suo progetto il Rotary, progetto che ha trovato poi anche la condivisione fattiva del Distretto  e dell’allora Governatore Luigi Paglierani.

Nella giornata di sabato il Past President dell’Associazione Studentesca, Andrea Terenzi, e Francesca Capicchioni, anch’ella già membro dell’Associazione, hanno potuto illustrare agli studenti del Liceo Cevolani come è nata la loro iniziativa  e come è stata portata avanti. Hanno altresì potuto constatare direttamente  il risultato del loro gesto e raccogliere quindi l’apprezzamento e la gratitudine dei ragazzi che ora utilizzano tali strumenti. Grande apprezzamento per l’iniziativa è stata manifestata da parte delle autorità scolastiche, in particolare dalla Presidenza del Liceo Cevolani,   e da parte delle autorità rotariane, sia di Cento che del Distretto   – in primis dal Governatore Eletto Giuseppe Castagnoli - i quali tutti hanno espresso  un plauso veramente sentito per la bella iniziativa e hanno sottolineato  come i giovani  - con il loro entusiasmo - possano avere interessantissime idee e come sappiano essere concreti ed efficaci nel realizzarle. Un esempio da emulare per tutti gli adulti

_________________________

ddd

       Franco Nonato ,Giulio Felloni 

 

         Le auto che hanno fatto la storia

Piacevolissima serata al Ristorante Righi per il Rotary Club San a Marino, in cui Marco Nonato – appassionato ed autorevole esperto di auto d’epoca – ha relazionato sull’automobilismo storico ferrarese.

Grazie a fotografie, filmati, cronache e aneddoti il Dott. Nonato ha fatto conoscere una Ferrara culla della storia del motorismo. Ha mostrato immagini – anche inedite - delle auto che sono state protagoniste indiscusse e strumenti nelle mani dei tanti piloti ferraresi che hanno scritto questa storia, una storia ricca di vere meraviglie dell’ingegno e della tecnologia di quei tempi lontani. E ha raccontato le entusiasmanti vicende - a metà fra pionierismo sportivo e sfrenata passione per le quattro ruote e i motori in generale - che hanno caratterizzato la realtà ferrarese dai primi anni del 1900 al dopoguerra.

Il Dott. Nonato è autore del libro “Il motorismo storico ferrarese” che si avvale - oltre che del patrocinio del Comune di Ferrara e del Comune di Vigarano Mainarda - anche del patrocinio dell’Automobile Club di San Marino, iniziativa editoriale che si coniuga anche ad una iniziativa di solidarietà essendo - il ricavato - interamente devoluto all’associazione umanitaria della Società Europea di Cardiologia “European Heart for Children” che si prodiga per curare bambini con cardiopatie congenite in Paesi dove non esiste alcuna possibilità di trattamento.

Grande interesse anche per l’intervento di Giulio Felloni, Presidente onorario delle Officina Ferrarese (notissimo Club a livello anche internazionale di auto storiche) sulla mitica Bugatti, dal primo prototipo ad oggi.

La serata si è conclusa con il ricordo di alcuni aneddoti delle diverse edizioni della rievocazione della storica Mille Miglia alle quali il dott. Nonato ha partecipato in veste di protagonista. Alcune delle quali assieme a due sammarinesi l’Avv. Lucio L. Daniele e e il prof. Carlo Daniele, presenti anch’essi alla serata.  immagini della serata

 

bb 

12 Marzo  Ristorante La Fratta  -  Sante Canducci, Ambasciatore della Rep. di San Marino presso la Santa Sede.

“(…) declaro me ministerio Episcopi Romae, Successoris Sancti Petri, renuntiare(…)” L’abdicazione di Papa Benedetto XVI.

Interessante e partecipata serata rotariana dedicata alla rinuncia di Joseph Ratzingher  al Soglio di Pietro. Sante Canducci, nostro Ambasciatore presso la Santa Sede, ha trattato i vari aspetti di questo straordinario evento coinvolgendo i numerosi soci presenti in un  partecipato dibattito.  «Se Papa Wojtyla aveva dato con coraggio ammirevole davanti agli occhi del mondo la sua testimonianza di fede nella sofferenza della malattia, Papa Ratzinger con non minore coraggio ci ha dato la testimonianza dell'accettazione davanti a Dio dei limiti della vecchiaia e del discernimento sull'esercizio della responsabilità che Dio gli aveva affidato>>  in questa affermazione di Padre Lombardi si può riassumere uno dei concetti più condivisi.

Rotary: nasce il Distretto 2072 che comprende Emilia Romagna e San  Marino.

 Il primo atto ufficiale con il Seminario di formazione del nuovo Distretto,  le Autorità rotariane sono state ricevute dai Capitani Reggenti.

 

 Le immagini del servizio di .SMTV 

rerg

 

La più importante associazione mondiale laica di servizio. E' il primo merito che il Segretario di Stato Francesco Mussoni riconosce al Rotary nella sua presentazione ai Capi di Stato. L'occasione è la nascita del distretto 2072 che accorpa la Repubblica e la Regione Emilia Romagna (prima entrambe nel 2070 insieme alla Toscana, quest'ultima ora da sola nel 2071). 48 club, circa 3000 soci. Primo atto ufficiale: la scelta del Titano come sede per il seminario di istruzione della squadra distrettuale. 
Tanti i programmi umanitari, educativi e culturali portati avanti da un Club che sa muoversi a livello internazionale in maniera capillare, sotto il motto “Servire al di sopra del proprio interesse personale”. Un patrimonio particolarmente importante per la nostra società – lo definisce la Reggenza. (San Marino RTV)

saa                  eee 

5\3 Ristorante Righi    Col Prof. Francesco Maria Avato " Cena con delitto"

Dalla vicenda Seveso al delitto Calvi e al caso Sindona, dall’omicidio della giornalista Ilaria Alpi alle vicende di maltrattamento dell’Asilo di Anfo – in provincia di Brescia, per finire con il delitto di Garlasco. I più noti delitti italiani, raccontati nella conviviale di martedì sera del Rotary Club di San Marino da uno dei più autorevoli esperti di medicina legale, il Prof. Francesco Maria Avato, – professore ordinario di medicina legale all’Università di Ferrara e Direttore all’Istituto di Medicina Legale e delle Assicurazioni, presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia della stessa Università, perito di Alberto Stasi nel delitto di Garlasco. Il Prof. Avato, relazionando sul tema “La medicina legale tra cronaca e realtà” – ha parlato di varie vicende criminali che hanno riempito in questi ultimi anni le pagine dei giornali nazionali e internazionali, e che hanno tenuto incollati alla televisione tantissimi spettatori, svolgendo considerazioni da un punto di vista del tutto particolare quello – appunto – di perito e consulente nei processi legati a tali delitti. Con taglio decisamente accattivante il Prof. Avato ha catturato l’attenzione di un pubblico interessato e soprattutto incuriosito, soffermandosi non solo su considerazioni scientifiche ma anche sulla la linea di confine che intercorre tra le verità e i riscontri medico -legali e la cronaca anche rielaborata – riportata dai mass media.

immagini della serata(accesso riservato ai Soci)

ccLa Corale di San Marino per i bambini di Haiti

La Corale San Marino ha consegnato i fondi raccolti in occasione del Concerto di Natale del 15 dicembre scorso, concerto il cui ricavato era destinato all’iniziativa promossa dalla Signora Giovanna Angotti – moglie del Governatore del Distretto 2070 – in favore dei bambini di Haiti. Alla conviviale erano presenti il Governatore Eletto del nuovo distretto 2072, Giuseppe Castagnoli, il presidente eletto della Commissione Distrettuale Fondazione Rotary Leonardo De Angelis e altre autorità rotariane.
A tutti il Presidente Paolo Rossi ha ricordato che la Corale da anni organizza questo concerto natalizio sotto l’Alto Patrocinio degli Eccellentissimi Capitani Reggenti, Concerto al quale si è sempre coniugata per tradizione una iniziativa di solidarietà. Quest’anno la prima del Concerto è stata – appunto – dedicata ai bambini di Haiti.
Il Presidente del Rotary Club San Marino ha ringraziato la Corale San Marino per il generoso gesto, rinnovando altresì i più vivi complimenti per lo straordinario concerto – che anche quest’anno ha riscosso grande successo di pubblico e unanime apprezzamento – e in particolare al M° Giacomini – direttore del Coro – per il suo encomiabile impegno e il suo non comune talento.

NELLA FOTO :  PAOLO ROSSI PRESIDENTE ROTARY E SUSANNA FELICI TESORIERE CORALE SAN MARINO

rasrr

19\2\ Rist. Righi   "Città di Oz"  e "Progetti di vita in San Marino"ricevono il contributo del Rotary per la loro meritoria attività.

Massimo Rastelli racconta l'iniziativa rotariana abbinata alle festività di fine anno (la fantastica Casa di Babbo Natale)che ha coinvolto con entusiasmo diversi soci e ha consentito di devolvere un consistente assegno alla "Citta di Oz" del Servizio Minori Iss, centro diurno dedicato a bambini ed adolescenti di età compresa tra i 3 ed i 18 anni con disabilità o disturbi di apprendimento, scolastici, relazionali ed emotivi.    L'altra iniziativa che ha ricevuto un contributo grazie all'impegno rotariano è  "Progetti di vita in San Marino", finalizzata al sostegno di famiglie e donne sole per le quali crescere bambini o portare a termine la gravidanza rappresenta un problema economicamente insostenibile. Don Monaldi non ha potuto ritirare personalmente l'assegno e la serata è piacevolmente trascorsa ascoltando il rotariano  Massimo Rastelli  e il Direttore Generale ISS Paolo Pasini che ha sottolineato l'importanza educativa e sociale della Città do Oz con un racconto denso di ricordi, di quando iniziava la sua professione  di psicologo relazionandosi a questi ragazzi diversamente abili.

 Il Comunicato Stampa del Rotary Club San Marino:

Nell’ambito della conviviale di martedì scorso,  il Rotary Club San Marino ha consegnato il ricavato della tradizionale Festa degli Auguri di Natale,  destinato quest’anno a due iniziative di solidarietà. La prima è “Progetti di vita in San Marino”,  iniziativa portata avanti da Don Giovanni Monaldi, parroco di Chiesanuova, finalizzata ad aiutare e sostenere quelle famiglie  o quelle donne sole, per le quali la nascita di un bambino sarebbe un problema, anche economico, insostenibile.  Dal 2001   l’iniziativa ha permesso di aiutare 19 famiglie ad accogliere una nuova vita. 

La seconda iniziativa  alla quale sono stati devoluti i fondi raccolti è quella del Centro diurno  “La città di Oz " del Servizio Minori, con sede al Centro Uffici di Tavolucci. E' un centro che accoglie bambini e ragazzi dai 3 anni di età fino a 15 anni, diversamente abili, con difficoltà di apprendimento. I fondi a loro destinati serviranno in particolare per acquistare   materiale ludico, per i bambini di  età tra i 3 e i 10 anni. 

I fondi sono stati raccolti durante  la serata del 22 dicembre scorso  e in occasione degli spettacoli di burattini svoltisi nella magica Casa di Babbo Natale allestita presso l’ex area di Pattinaggio nel centro storico, spettacolo che ha avuto luogo per tutto il periodo natalizio sino all’epifania e che ha riscontrato un grande successo di pubblico, non solo tra i più piccoli.

R.C.San Marino

 

 

Rotary: rapporti Usa San Marino al centro della conviviale con l'Ambasciatore Rondelli
ron

“L'amicizia fra Davide e Golia: il rapporto fra la Repubblica di San Marino e gli Stati Uniti d'America”, questo il titolo della interessantissima relazione dell’Ing. Paolo Rondelli -Ambasciatore della Repubblica di San Marino presso gli Stati Uniti d’America - alla conviviale del Rotary Club di San Marino di martedì scorso.

 L’Ambasciatore Rondelli ha parlato della storia dei rapporti tra la nostra piccola Repubblica e il grande Paese d’oltreoceano partendo dalla famosa lettera che Abramo Lincoln scrisse il 7 maggio 1861 agli allora Capitani Reggenti a ringraziamento della cittadinanza sammarinese onoraria a lui concessa, lettera in cui - dimostrando tutta la sua simpatia nei confronti della Repubblica scrisse “Benché il Vostro dominio sia piccolo nondimeno il Vostro Stato è uno dei più onorati di tutta la storia” Ripercorrendo tutti i momenti più importanti delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi, si è poi soffermato sull’attuale stato di tali relazioni, confermando i sentimenti di sincera stima e amicizia degli Stati Uniti verso il nostro Paese.
L’Ambasciatore Rondelli ha poi concluso con una panoramica -ricca anche di aneddoti e curiosità – sul protocollo della cerimonia del giuramento del Presidente Obama.

 

Iterclub Rotariano con visita a  SAN PATRIGNANO

08/02/2013

“In questo posto i giovani hanno più paura di vivere che di morire”. Intorno a questa frase di Vincenzo Muccioli, fondatore della comunità di San Patrignano e ricordata ieri sera da Letizia Moratti, c’è forse l’essenza di una storia iniziata nel 1978 all’insegna del recupero alla vita dei tossicodipendenti.

In interclub con il Rotary San Marino, ieri sera la serata è stata all’insegna dell’informazione sul futuro che attende la comunità, oggi popolata da oltre 1300 ragazzi (1150 a Coriano, 100 a Botticella e 100 a Trento) con una età media di 30 anni in costante calo. Tanto che sarà necessario allestire un luogo per ospitare ragazze minorenni, mentre sono già una trentina i ragazzi con meno di 18 anni.

“San Patrignano è ancora oggi coerente con la visione del suo carismatico fondatore – ha detto Letizia Moratti, che oggi guida la comunità insieme ad un gruppo di ‘allievi’ di Vincenzo Muccioli. Ricordo che quando qualcuno gli chiedeva come immaginasse la guida senza di lui; Vincenzo rispondeva: la immagino come una cooperativa, con una guida collegiale a cura dei ragazzi. Noi siamo quello che Vincenzo immaginava”.

E così è. Letizia Moratti non cede alla tentazione di commentare le polemiche, l’uscita dei figli di Muccioli dalla comunità non è argomento utile a spiegare i temi della serata, ma il grande coinvolgimento dei ragazzi nelle risposte alle domande è parso un segno distintivo del ‘nuovo corso’. Quasi una presa di distanza dai protagonismi per dar spazio alla collegialità.

“Tutto quello che facciamo è ispirato da lui, da un uomo che viveva ogni istante in modo pieno, con lo sguardo verso la persona, sempre teso all’ascolto”.

Perché l’essenza di San Patrignano, allora, è forse in quella frase sulla paura dei giovani? Perché, l’ha ripetuto Letizia Moratti e l’hanno ripetuto coloro che guidano i vari settori della comunità, “qui il drogato non è un malato. La droga non è l’avversario da battere. Qui proponiamo un modello educativo, alla base c’è la persona nella sua interezza e irripetibilità”. E allora più che la droga che intimorisce, è l’incapacità o l’inadeguatezza che si vive addosso e che non consente di stare in mezzo agli altri senza un sostegno sintetico.

“Ora è più difficile. Prima il drogato era una persona diversa e riconoscibile, oggi la dipendenza investe la persona che più facilmente cela questa debolezza. Poi accade tutto improvvisamente e si cade”.

Molto interessante l’affondo di Letizia Moratti sull’analisi dell’attualità e il sostegno alla tesi per la quale “Affrontare la crisi con strumenti attuali non ci lascia molte speranze. San Patrignano è un modello esportabile nella società. Da qui sono usciti oltre 20mila ragazzi, il tasso di recupero è al 72% mentre nel mondo si è contanti sopra al 30%. Qui abbiamo risparmiato 4.000 anni di carcere ai ragazzi e fatto risparmiare all’Italia 300 milioni di euro. Qui recuperiamo dal disagio mantenendo quando necessario insieme la famiglia, cerchiamo e troviamo partners che come avviano al lavoro i nostri ragazzi che, quando escono, nella quasi totalità trovano occupazione. Facciamo accordi con banche che avviano progetti di microcredito: 20-25.000 euro per far nascere nuove imprese con dei tutor a sostegno. I paesi più avanzati vanno in questa direzione, è un modello di assistenza al disagio basato sul no profit, ma che in Italia si muove con un modello arretrato. Da noi, o si effettua una donazione, o si è imprenditori. Ci sono esperienze in Inghilterra con le Limited Community Company o in Usa con le Low Profit Company nelle quali distribuire piccoli utili non è una contraddizione. Sono strumenti in straordinario sviluppo. Ne ho parlato ai nostri governanti, ma non capiscono. Eppure il no profit oggi è il 3% del Pil, coinvolge 750mila persone. Ripeto, la crisi ha bisogno di strumenti nuovi e il ‘laboratorio San Patrignano’ ne rappresenta uno moderno e innovativo”.

Sui progetti, la Moratti ha citato il prossimo allargamento dei settori caseario, macelleria e panetteria. “Poi stiamo innovando i nostri prodotti, come il progetto ‘terza via del legno’.

E’ stato ricordato che oggi la comunità è al49% come capacità di auto sostentamento e che mai, come negli ultimi due anni, coi morsi della crisi, ha attivato iniziative di ricerca fondi. Infine, l’apertura all’esterno: “Ogni anno ci visitano 6000 studenti, arrivano dall’Italia e dall’estero. Ogni giorno riceviamo richieste di conoscere San Patrignano e nel limite del possibile cerchiamo di accontentare tutti

 Visita guidata dall'Ing. Gilberto Rossini al Santuario della B.V: della Misericordia  roiss

immagini della visita

all

15 Gennaio - - Rist. La Taverna Conviviale con Signore, ospiti, e soci del  Rotaract  Club e studenti del Licei Sammarinesi

Argomento della serata: “Effetti e conseguenze della guida in stato d’ebrezza”  

Relatrici la Dott.ssa Simonetta Lo Brutto, Comandante della Polizia Stradale di Bologna e Avv. Tiziana Iandoli e il Dott Pietro Berti Medico internista

Ospiti : Il Comandante della Polizia Civile Dott.ssa Albina Vicini e il Comandante della Gendarmeria M.llo Dr. Verter Selva -

 

 Il Presidente  del Rotaract Stefano Ghiotti,

ha introdotto la problematica di questo fenomeno che  purtroppo è sempre  più diffuso e soprattutto coinvolge sempre più giovani.

Il costo sociale dell’uso eccessivo di alcool è elevatissimo, non solo in termini diretti – e cioè legati ai danni  - fisici e psichici - che tale abuso provoca sull’individuo, ma anche in termini indiretti e cioè legati alle drammatiche conseguenze che spesso derivano da incidenti – soprattutto stradali - provocati proprio da chi conduce veicoli in stato di ebbrezza.

Particolare sottolineatura negli interventi del Comandante della Polizia Stradale e dell ' Avv. Iandoli agli aspetti legali e alle gravi problemi cui va incontro chi è sorpreso a guidare con un tasso alcolemico fuori legge.

 immagini della serata

 

8 Gennaio  Ristorante Rossi  checco Checco Guidi 

Brunch time con Presentazione del nuovo Libro di Checco Guidi

 

"E' post dli violi biénchi"       

Checco declama "e Mount"

 

      immagini della conviviale

11 Dicembre - Riunione n.1672 - Ristorante Righi La Taverna

viaca 

Avv. Andrea Vicari

 “ Le vite degli altri: la funzione ordinante del trust”. 

immagini della serata

 

*

     22 Dicembre - Riunione n. 1673 – Ristorante la Fratta 

   fest

Tradizionale Festa degli Auguri con Famigliari ed Ospiti

immagini della festa

             

 

mat 

 27\11  Righi La Taverna  Prof. Marco Matucci Cerinic. Direttore Dipartimento di Medicina Interna, Sezione di Reumatologia. Azienda Osp.  Univ.  di Careggi. -Firenze -      “Le malattie reumatiche viste con l’occhio dell’artista”             immagini della serata

 

vav

 20\11 Rist. Righi  presentato da Paolo Valli e Filippo Reggini  il  10°Legend (file audio)

leg

pp 6 \11 Commemorazione Defunti :Padre Augusto Savelli

Padre Augusto Savelli nel presentarci il significato religioso e filosofico del giorno dei defunti ci ha trasportato attraverso la storia e le peculiarità dello spirito e del pensiero francescano. Con il nome Ordine francescano viene indicato, per antonomasia, quello dei Frati Minori nel suo complesso, il cosiddetto "Primo ordine" fondato da san Francesco d'Assisi nel 1209 e i cui membri - dal suo stesso nome chiamati francescani - «sono oggi raggruppati nelle tre famiglie, pari e indipendenti, dei Frati Minori, (già detti Osservanti, Riformati, ecc.), dei Frati Minori Conventuali e dei Frati Minori Cappuccini. Tutti professanti l'identica regola del fondatore (1223), ma con costituzioni, tradizioni e caratteristiche proprie»[. Questi tre Ordini, a cui appartiene a pieno titolo l'originaria denominazione di "Ordine dei Frati Minori", costituiscono l'Ordine francescano. Una storia complessa, bella ed interessante. immagini serata rist. Righi

vvvv30\10          “Istituzioni e Cultura”

  Riunione n.  1666         Visita a Palazzo Valloni e alla Biblioteca di Stato.

                                           Relatrice:  Dott.ssa   Laura  Rossi    

immagini della serata

 

26\10 Ristorante la Fratta - Intermiting "Beograd Global Grant"

R.C.Ravenna - Delegazioni R.C. Serbia Montenegro

serata dedicata al Progetto"Beograd Global Grant"  del R.C.Ravenna a favore dell'Istitito Dr. Vukan Cupic di Belgrado

Il progetto “Beograd Global Grant” nasce nel 2009 quando, a seguito dell’inclusione del Distretto 2070 fra i 100 distretti “Pilota” della Fondazione Rotary, è stato preso contatto con Oliver Lepori, Presidente 2009-2010 del Rotary Club Beograd Centar, anch’esso Club di un Distretto “Pilota”. Il Progetto è stato quello di fornire  una macchina per l’analisi del DNA all’Istituto “Dr. Vukan Cupic”. Questo Istituto è l’unico ospedale pediatrico serbo che cura i bambini malati di cancro ed è un punto di riferimento per tutti i bambini malati dei Paesi dell’ex Yugoslavia.Attualmente i medici dell’Istituto effettuano circa 20 trapianti di midollo osseo all’anno. Con l’utilizzo dell’analizzatore di DNA, i medici potranno effettuare oltre 300 analisi all’anno che permetteranno di realizzare molti più trapianti e poi verificare periodicamente lo stato di salute dei piccoli pazienti operati. Il progetto non si limita alla semplice fornitura di una macchina altamente sofisticata ma assicura anche una serie di vantaggi tra cui in particolare il suo funzionamento nel tempo anche grazie alla formazione di specialisti serbi in collaborazione con l’Unità Ematologica ed Oncologica diretta dal Dott. Andrea Pession presso il Dipartimento Pediatrico dell’Ospedale Universitario Sant’Orsola - Malpighi a Bologna. Il valore complessivo del progetto è pari a circa 162.000 dollari. Il R.C. Ravenna ha subito deciso di aderire con grande impegno e Giambattista Chiarini, Presidente 2010-2011 ha preso contatto con i 102 club del Distretto 2070, undici dei quali hanno risposto all’appello tra cui anche il RC San Marino.Un progetto, quindi, ambizioso ma che, grazie all’impegno profuso da tutti i Club coinvolti,  ha trovato concreta attuazione e può oggi dare un sorriso di speranza a tanti bambini che necessitano di trapianto di midollo osseo per poter continuare a vivere. Al Rotary è generalmente riconosciuta la capacità di rispondere con efficacia alle priorità del momento; la capacità di portare avanti - sia a livello locale che internazionale - risposte efficaci ai problemi più evidenti, laddove si rende necessario promuovere e condurre un azione di aiuto e di sostegno. Anche in  questa circostanza abbiamo saputo ben coniugare potenzialità e risorse con un autentico spirito di dedizione e di servizio, riuscendo a far fronte comune per donare a individui più deboli la speranza e la fiducia in un futuro migliore.Anche in questa occasione si è riusciti a dare sostanza a quello spirito di solidarietà,  a quell’ ideale del servire - inteso come ragione primaria dell’agire in ogni attività - che è lo scopo principale del nostro sodalizio. Quella solidarietà che – permettetemi di sottolineare -  è patrimonio anche della storia e della tradizione di questa nostra piccola Repubblica. San Marino è sempre stata una terra particolarmente fertile per le associazioni di servizio e per tutte le forme di volontariato poiché è proprio della nostra cultura il principio del mutuo soccorso, della collaborazione internazionale, della tutela dei diritti e delle libertà fondamentali. San Marino non si è mai sottratto nel corso di tutta la sua storia alla cooperazione e alla difesa dei più deboli, a quello spirito di servizio che è anche il valore fondante del Rotary. (Intervento del Presidente Paolo Rossi)

Presenti il Governatore  del Distretto 2483 (Serbia e Montenegro) Nikola Obradovich e la gentile signora; 

 la presidente del Rotary Club Beograd Centar Branislava Radovic e il Segretario Aleksandar Persic

 Il Governatore eletto del Distretto 2072 (Emilia Romagna e Rep. San Marino) Giusepppe Castagnoli con la sig.ra Alessandra

 il Presidente del Rotaract San Marino, Stefano Ghiotti, accompagnato da Letizia Cardelli

Il Dott. Paolo Pasini   Assistente  del Governatore del Distretto 2070 e la Signora Lilli    Leonardo De Angelis – Primary Contact  del Beograd Global Grant e la Signora Paula Noha

Gian Marco Lepri Segretario del RC Bologna Valle dell’Idicice. Jovana Krsmanovic socia del RC Beograd Centar

 Le Dott.sse Aleksandra Krstic e Marijana Mislovic Laboratoriste dell’istituto

della madre e del fanciullo “Dr. Vukan Cupic”

 

 

 rr
 ll ROTARACT CLUB di San  Marino Festeggia i suoi primi 18 Anni
  Auguri al Presidente e ai Soci per un futuro di grandi progetti nello spirito rotaractiano!

rotar

il Presidente del Rotaract San Marino, Stefano Ghiotti, con Letizia Cardelli assieme al Segretario di Stato Francesco Mussoni co-fondatore del Club.

 

 ago

16\10 rist. Righi    Dott. Carlo Maria Giovanardi, introdotto dalla dott.ssa Eleonora Marchi, ha presentato un compendio della storia e caratteristiche della medicina tradizionale  cinese, con particolare attenzione all'agopuntura. immagini della serata

PREMIO ROTARY 2012 

Maturità con il massimo dei voti nei Licei sammarinesi

gru

Conviviale alla Fratta  18\9             immagini della serata

 I 13 ragazzi che hanno conseguito la votazione massima 100/100: Liceo classico: Francesca Capicchioni e Alessia Gasperoni (lode); allo Scientifico: Valentina Capicchioni (lode), Giulia Galassi, Valentina Grossi, Anna Beatrice Guidi (lode), Chiara Mancini, Federica Mazza, Laura Spadoni (lode), Andrea Terenzi (lode), Valentina Venerucci; al Liceo Economico: Helen Casadei e Debora Marani.

 “Gli ottimi studenti di oggi rappresentano una formidabile promessa per il futuro, non solo perché saranno gli autorevoli professionisti di domani, ma perché sapranno essere, soprattutto, buoni cittadini e uomini buoni. Uomini e donne capaci di dare concretezza a quei valori su cui si fonda anche il Rotary Club: l’impegno a favore del prossimo e gli elevati principi morali nello svolgimento delle attività professionali”. Con queste parole, di straordinaria sostanza e notevole impatto emotivo, il presidente del Rotary Club San Marino, Paolo Rossi, ha salutato i 13 studenti della Scuola Superiore premiati per aver conseguito la maturità con il massimo dei voti. Da 40 anni esiste il premio Rotary, e ogni volta, alla consegna, l’emozione degli studenti eccellenti della Repubblica di San Marino si rinnova, viva e tangibile. Come non concordare con il presidente Rossi, come non riporre in questi giovani meritevoli una speranza vera per il futuro, se lo spettacolo del presente è una desolante crisi di sistema e di valori, in cui molti adulti hanno fallito? Troppo spesso ci dimentichiamo che i giovani possono essere un esempio. Proprio l’Associazione Studentesca della Scuola Superiore di San Marino, avvalendosi del Rotary come partner tecnico, si è resa protagonista di un gesto esemplare: la donazione di una somma rilevante per l’acquisto di lavagne interattive, da destinare al Liceo Cevolani di Cento (Ferrara). Una viva riconoscenza, per questo atto benefico nei confronti di una scuola duramente colpita dal recente sisma, è stata espressa negli interventi di tutti i relatori presenti alla serata: il past-Governor Pierluigi Paglierani, che ha fattivamente contribuito alla realizzazione dell’iniziativa; la prof.ssa Ronci, già dirigente del Liceo Cevolani; il prof. Amelio, artista e insegnante presso la scuola ferrarese, nonché supervisore tecnico dei lavori di restauro dell’edificio; la prof.ssa Bregoli, già sindaco di Cento per più legislature e attuale presidente del Rotary Club locale,la prof.ssa Maria Luisa Rondelli Preside della nostra Scuola Secondaria.

stemm

11\9 Serata dedicata al nostro Stemma. Relatore: Valeria Ciavatta, 

 Segretario di Stato  agli Affari Interni.    immagini della serata

Con un progetto di legge ordinaria si è dettata la disciplina dell'utilizzo dello stemma e di altri emblemi pubblici allo scopo di tutelare queste espressioni dell'identità storica e istituzionale della Repubblica. I protagonisti di questo percorso sono stati ospiti di una partecipatissima conviviale del Rotary sammarinese e ne hanno illustrato  passaggi e i vari aspetti del progetto.  Valeria Ciavatta e Silvia Rossi ha disquisito della storia  degli stemmi, della bandiera, e della parola "libertas" che campeggia nel cartiglio sotto lo scudo. Benedetta Masi e Sauro Antimi hanno illustrato l'accurato lavoro di ricerca e le caratteristiche grafiche dei tre stemmi che sono stati ufficialmente scelti per le comunicazioni istituzionali. Ottimo il lavoro grafico dei Esploratori dello spazio per aver creato e declinato con saggezza e tatto l'emblema ufficiale della nostra Repubblica. Veramente meritevole la decisione di dare a San Marino per la prima volta uno stemma ufficiale univoco, una immagine coordinata degna dei grandi paesi. Passerà alla storia l'impegno del Segretario Valeria Ciavatta che, con il suo staff e il valido ed instancabile supporto della D.ssa Giovanna Crescentini e della D.ssa Silvia Rossi, ha portato a compimento le articolate procedure di approvazione e registrazione e vinto una difficile battaglia contro i tradizionalisti egli  scettici. Un grazie anche al Presidente per averci fatto conoscere un'altro lato positivo della nostra Repubblica.

st

I tre stemmi  "ufficiali" per  la comunicazione dello Stato

 

 

guazzini 4\9  Club Nautico Rimini

serata  conviviale dedicata alla Vela e alle regate  in occasione della   partenza della Freedom Cup 

relatore il giornalista RAI , Dott. Giulio Guazzini

          Le regate dell'America's Cup  file audio di parte della serata

guazziniOspiti : Pietro Palloni Presidente del Club Nautico Rimini

daniele prof.Carlo Daniele,Presidente Ass.ne Ponte sul Mare Adriatico

l'Ambasciatore della Rep.di  S. Marino in Slovenia,  Renzo Ghiotti

              immagini della serata

 

 

monumanto

 

domenica 2 settembre 2012, promotore il Club Valle del Savio, si è intitolata la cima del Monte Fumaiolo al fondatore del Rotary International Paul P. Harris, l’effige del quale è stata installata in un monumento di pietra arenaria.

Il tutto è circondato da 28 ruote rotariane in bronzo ciascuna riportante il nome dei 28 club (distretti 2070, 2080, 2090 e 2490) che hanno aderito al gemellaggio dei 3 fiumi svoltosi il 18 giugno 2006 a significare l' importanza del tema della pace nella missione del servizio rotariano.

 A Tevere,Savio, Marecchia, si aggiungerà poi il Giordano con una significativa cerimonia di gemellaggio in Israele, a Tiberiade, presso il centro Ber Gabriel.

Questi avvenimenti rappresentano tappe altamente simboliche a testimonianza di un processo di serena ed amichevole convivenza, di condivisione delle attività culturali, sociali e professionali, tutte rivolte a creare le basi per una auspicata e ricercata convivenza pacifica, sui nostri territori così come quelli dell’ area di quella terra che molti di noi considerano Santa e che tutti riconoscono essere culla della natura umana e della storia dell’ Uomo.

Siamo tornati oggi sulla cima del monte Fumaiolo per ricordare quel 18 Giugno 2006 e per rilanciare un messaggio di pace inaugurando il monumento dedicato al fondatore del Rotary,  Paul P. Harrys, richiamando il nome dei Clubs che allora e negli anni seguenti hanno condiviso queste virtuose attività.

Il Rotary di San Marino è uno dei Club promotori, che grazie ad alcuni dei suoi soci si è prodigato per far si che questo evento si potesse realizzare.

Il nostro cammino continuerà con costante e fattivo impegno per testimoniare i nostri valori Rotariani a tutte le persone di buona volontà e disponibilità 

 immagini dell'evento

rsm

particolare del nostro stemma posizionato sul monumento a Paul Harris  sul Fumaiolo a ricordo del Gemellaggio dei tre Fiumi

trott

29\8 Ippodromo del Savio Cesena  Tradizionale serata ippica con interclub del R.C. Cesena   immagini della serata

cam

7\8  Caminetto con Rotaract alla Fratta

30 luglio Ristorante Righi

maz On.le Giancarlo Mazzuca presenta il suo libro

       Sangue Romagnolo. I Compagni del Duce. Arpinati, Bombacci, Nanni

A due passi dalla Repubblica di San Marino, nell’aspra e solatia Romagna, in pochi Km quadrati sono nati e vissuti tra l’800 e il ‘900, quattro personaggi che hanno cambiato la storia d’Italia. Quattro uomini che, nel bene e nel male, hanno cercato di cullare un sogno: la speranza di cambiare la misera realtà in cui erano nati e l’orgoglio di vivere una vita degna di essere vissuta. Benito Mussolini, Nicola Bombacci, Leandro Arpinati e Torquato Nanni, amici-nemici che in gioventù abbracciano la causa socialista e crescendo si ritrovano a lottare su fronti politici opposti, ma restano amici per la pelle: se il duce aiutò (in segreto) economicamente il comunista Bombacci, il fascista Arpinati salvò la vita al socialista Nanni. Divisi nella vita, uniti drammaticamente nella morte. Aneddoti e storia raccontati dal prestigioso ospite della serata On. Giancarlo Mazzuca co-autore del libro “Sangue Romagnolo – i compagni del duce”, autentico romagnolo e amico di San Marino. Presente anche l’editore Roberto Mugavero della Minerva Edizioni. Uno spaccato di storia vera ricca di suggestioni e curiosità. Promotore della bellissima serata, all’insegna della cultura sulle nostre radici e sul valore dell’amicizia, è stato il Presidente Rotary Paolo Rossi. L’autografo con dedica dell’autore è stato donato a tutti i presenti e la piacevolezza della serata continuerà, in privato, con la lettura del libro.                

Una grande storia di amicizia oltre gli steccati della politica.                                                    immagini della serata


cas
24\7 Conviviale alla "Fratta"     
 immagini della serata
“Ristabilire rapporti di buon vicinato con l’Italia si può”
 Alla serata conviviale del Rotary Club San Marino il dott. Antonio Valentini, ha illustrato il contenuto del suo ultimo libro “San Marino, un’isola nella tempesta”, scritto insieme a Valentina Vannoni. Gli Autori hanno scelto di aprire la loro pubblicazione con una citazione estremamente significativa, dal Principe di Niccolò Machiavelli: “E’ comune difetto degli uomini, non fare conto, nella bonaccia, della tempesta”.
E’ questo il punto di partenza della relazione del dott. Valentini in occasione della serata rotariana. E’ questo, anche, il punto di partenza della pubblicazione, che analizza il difficile momento della Repubblica di San Marino, soprattutto nei rapporti con la vicina Italia. Nel percorso della loro storia millenaria, i sammarinesi sono stati astuti e lungimiranti. Hanno saputo scorgere le tempeste che arrivavano da lontano, all’orizzonte, sopra il mare in bonaccia. Dalla costituzione del Regno d’Italia, nel 1861, si è aperta una fase nuova di tensioni cicliche con l’unico e obbligato interlocutore che circonda il nostro stato. In occasione della II convenzione del 1872 si parlava, per esempio, di mulini e tasse sul macinato. In tempi recenti abbiamo avuto la “persecuzione” di Tremonti e l’azione ai fianchi di una campagna mediatica, che si è configurata come una vera e propria “macchina del fango”: l’Italia ha troppo spesso usato San Marino come pretesto per nascondere le proprie mancanze, come capro espiatorio per mascherare l’insuccesso in una reale lotta all’evasione fiscale che dovrebbe volgersi, a maggior ragione, verso stati ben più pericolosi del nostro.

Con lucidità e onestà intellettuale, Valentini ha ricordato anche gli errori nell’impostazione del sistema economico-finanziario sammarinese, soprattutto degli ultimi decenni. “Forse non abbiamo capito per tempo che la riservatezza andava depotenziata, ma non dobbiamo neanche, oggi, rinnegare in toto il passato e rinunciare alle prerogative di stato sovrano”. Il sottotitolo della pubblicazione potrebbe essere, per Valentini, “ristabilire rapporti di buon vicinato si può”. A Roma, di San Marino sanno veramente poco e in pochissimi. Attraverso una corretta informazione sul nostro sistema economico, si può e si deve arrivare ad una normalizzazione dei rapporti, che gioverebbe ad entrambi gli stati. Sempre di carattere propositivo è anche l’ultima parte della pubblicazione, in cui Valentini ipotizza nuovi scenari per il rilancio dei settori chiave della nostra economia, dall’industria al commercio, dal turismo al sistema bancario e finanziario

" San Marino, un'isola nella tempesta"

Lungo la sua secolare esistenza, questa "scheggia di vita repubblicana" ha dovuto fare i conti con imprevedibili e minacciose "bufere". Ogni volta superate. Tra Otto e Novecento, San Marino ha dovuto "misurarsi" dapprima col neonato Regno d'Italia e poi con la costituita Repubblica Italiana. Un rapporto proficuo, ma a volte problematico. Ultimamente, la nascita del soggetto Europa ha lanciato alla piccola Repubblica di San Marino un'ulteriore nuova sfida, legata all'avvio o meno d'un processo d'integrazione con un mercato di oltre 450 milioni di persone. Legata all'attualità è anche la parabola, in negativo, di quel "non modello economico" sviluppatosi spontaneamente dalla fine degli anni Sessanta ed entrato irrimediabilmente in crisi nella prima decade del terzo millennio. Per questo, la fase odierna risulta caotica e complessa, anche se fortemente dinamica. L'antica Repubblica sul Titano è così sottoposta ad una situazione di criticità particolarmente minacciosa. Più o meno come una di quelle terrificanti "tempeste" che, ogni tanto, la storia le ha "soffiato" contro. E dalla quale potrà anche stavolta uscirne rafforzata, ma alla sola condizione che un nuovo corso riformatore prenda il definitivo sopravvento, andando a scardinare dalle fondamenta quell'immobilismo e assistenzialismo che l'hanno "bloccata" negli ultimi decenni.



19\ luglio

 Con Giovanna Crescentini e Francesca Michelotti

una interessante visita a Palazzo !

Una splendida serata estiva, un corroborante aperitivo alla Taverna in un Pianello colmo di turisti che ascoltavano la musica ed estasiati ammiravano il sole tramontare tra le infinite linee di colline arrossate… all’appuntamento per una serata che si rivelerà riuscitissima, erano presenti diversi soci con signore  e un bel gruppo  di giovani rotaractiani e non. Giovanna Crescentini ha aperto le porte del Palazzo Pubblico, la Casa della nostra Repubblica,  lasciando ad una guida d’eccezione,  la Dott.ssa Francesca Michelotti il compito di illustrare le tante simbologie presenti nell edificio, i significativi episodi che coniugano la nostra storia e il contesto culturale e storico dell'epoca di questa costruzione.    >>>>>>>  continua

 

 

immagini della serata




apala
                

 

    Visita del Governatore  del


Distretto 2070



  
               Toscana-Emilia Romagna-Rep.San Marino

                             
Ing. Franco Angotti



ross



   Il Governatore del Distretto 2070 Franco Angotti e la consorte Giovanna
 
  hanno riservato al nostro club la prima visita dell'anno rotariano 2012-2013.
 
  Gliene siamo veramente grati.
 
  Ci siamo confrontati su progetti e obbiettivi verificando che siano in linea e
 
  sinergia con il pensiero del Presidente R.I. Sakuji Tanaka all'insegna del motto:
 
  "La pace attraverso il servizio. "


  Una serata gradevolissima che ci auguriamo possa essere ripetuta prima della

  fine del suo mandato.

  Al Governatore vanno i nostri migliori auguri per un anno rotariano ricco di

  traguardi e  piacevolissime sorprese. 
  immagini della serata

ang




Partecipiamo numerosi alla serata di beneficenza per l' Emilia

organizzata dal Rotaract !!!



ff








pass
26\6

si conclude il mandato di

Leo Marino Stacchini col passaggio

del collare a Paolo Rossi

Presidente del Rotary Club

di San Marino per l'anno rotariano


2012-13

Paolo Rossi è il nuovo presidente del Rotary Club San Marino. Succede a Leo Marino Stacchini,
 
che chiude il suo anno alla  guida del club service, con un bilancio denso di progetti e iniziative

di carattere umanitario. Rossi sarà il 49 esimo presidente  rotariano sammarinese, e presentando i

l suo programma ha voluto mettere l'accento sulla volontà di privilegiare lo sviluppo dei rapporti tra le

persone, la valorizzazione dei principi morali, l’applicazione dei valori rotariani nella professione e

la collaborazione fra persone  anche di culture differenti ma accomunate dalla stesso spirito di servizio.  

immagini della serata





 
19\6 Ri
storante la Fratta
Premio-Terenzi
Al Presidente dell'Associazione Studentesca

 Sammarinese

ANDREA TERENZI  il Paul Harris Fellow

per l'iniziativa in aiuto degli studenti

delle zone terremotate dell'Emilia


si è tenuta presso il Ristorante La Fratta la riunione n° 1651 del Rotary Club San Marino.
Ospiti d’onore della serata il Governatore del Distretto Rotary 2070 Pierluig
i Pagliarani e Signora,
il presidente del Rotary Club Riccione-Cattolica e
 il Presidente e il Tesoriere dell’Associazione Studentesca Sammarinese.

Durante la serata il Delegato Giovani Nicola Renzi ,ha presentato alla platea il Presidente dell’ASS Andrea Terenzi, che ha relazionato sull’iniziative benefiche intraprese dall’Associazione Studentesca nel 2011-2012. L’ASS  ha scelto come partner tecnico il Rotary per devolvere una somma di denaro rilevante, frutto delle attività da lei organizzate durante l’anno, in favore di una scuola delle zone terremotate dell’Emilia.  In virtù di questa iniziativa il Governatore Paglierani ha insignito Andrea Terenzi della massima onorificenza del Rotary: il Paul Harrys fellow. La serata si è conclusa rivivendo insieme al Presidente del Rotary Club di San Marino uscente Leo Marino Stacchini una proiezione fotografica multimediale sui i momenti più importanti ed emozionanti della sua annata.


                           
ann      
      Giovani Relatori Sammarinesi             
  • È proprio vero, far parlare i giovani è sempre una buona cosa. Specialmente se chi parla ha una dialettica piacevole, persuasiva e sa collegare, in modo suggestivo, economia e filosofia, due materie così lontane e così vicine: una visione a tutto campo sul funzionamento dell’anima che “anima” il nostro corpo… Annalisa Stacchini ha dominato e piacevolmente sorpreso tutta la platea. qui l’intero intervento della serata: è vivamente consigliata la visione.
  • Annalisa Stacchini :" Nuovo Umanesimo e
  • Conceptual Economy"
  •  

  • Sono umano e non giudico estraneo da me niente che sia umano”. La dott.ssa Stacchini ha cominciato citando il grande commediografo latino Terenzio, il “padre” di quel concetto di Umanesimo che, a partire dal II secolo a.C., ha subito poi varie declinazioni e successivi aggiornamenti. L’ultima rivisitazione è degli anni 2000 e non può non confrontarsi con l’attuale modello economico globalizzato. Con la sua dialettica piacevole e persuasiva, la giovane relatrice ha saputo collegare, in modo suggestivo, economia e filosofia, due materie così lontane e così vicine, le due materie in cui ha ottenuto la laurea con il massimo dei voti. Dopo l’era della “New Economy”, che ha eletto a divinità il calcolo e l’analisi, oggi si fa largo un nuovo modello di “Conceptual Economy”, ovvero un sistema in cui si possa riscoprire il genio e la creatività. In un’epoca in cui la concorrenza globale diventa spietata, soprattutto in lavori manuali e ripetitivi, una straordinaria opportunità occupazionale può venire dal patrimonio intellettuale. Un patrimonio unico ed irripetibile, che ognuno di noi può mettere “a curriculum”.

    Estremamente intrigante anche un’altra riflessione, proposta dalla dott.ssa Stacchini, sulle cosiddette “neuroscienze”, da non confondere con le discipline neurologiche propriamente dette. Le neuroscienze si propongono, da secoli, un obiettivo che sembra al limite dell’impossibile: rispondere alla domanda “come è fatto e come funziona il cervello dell’uomo”. L’organo più complicato ed affascinante del corpo umano era, per Sigmund Freud, un “interno paese straniero”. Le neuroscienze si propongono di illuminarlo, cercando, in particolare, di scoprire quali siano le aree adibite a facoltà ed abilità specifiche. Un proposito tanto alto quanto proibitivo. Ecco perché – avverte la dott.ssa Stacchini – occorre approcciarsi a queste discipline con il necessario spirito critico. I filosofi cercano di non dimenticare un altro concetto, tanto alto quanto imprecisabile, quello di “psiche”: gli interrogativi, millenari, si spostano allora sull’esistenza e sul funzionamento dell’anima che “anima” il nostro corpo…

     

  •  

    15\5- Rist. la Fratta
    Romeo Morri \mor
    Università come Sistema Paese


    La riunione n. 1649 del Rotary Club San Marino, ha avuto come relatore il Segretario di Stato Romeo Morri, che ha riferito ai soci ed agli ospiti sul tema <<L’Università di San Marino: Progetti per il futuro>>.
    Preliminarmente al tema centrale, il Segretario è intervenuto sui settori da Lui presieduti: Pubblica Istruzione e Cultura, ribadendo l’eccellenza del sistema scolastico sammarinese e la volontà del Governo di investire in cultura, specialmente in questo periodo di crisi. La cultura, infatti, e la formazione –ha sostenuto il Segretario- sono ambiti che possono consentire ed agevolare la ripresa del sistema-paese.
    In quest’ottica lo studio attento sull’Università Sammarinese e sui possibili suoi ambiti di sviluppo non è nato dal niente. È partito dalla constatazione e dalla valorizzazione dell’attuale: una Università di studiosi (Eco, Canfora Zangheri…) di altissimo livello, che sta diventando  una Università di studenti. 
    Dagli attuali 500 studenti (afferenti ai corsi di laurea in Design Industriale ed Ingegneria) , si intende arrivare ai 2000-2500, lavorando in vari settori, nei quali maggiore può essere la richiesta di corsi, perché non concorrenziali con le realtà universitarie circostanti e di altissimo livello.
    Cinque sono quindi i settori disciplinari nei quali si vorrebbe agire: 1) la laurea magistrale in Disegno Industriale, giungendo così dai tre anni ai cinque. 2) Il corso in Ingegneria gestionale. 3) Una laurea magistrale in Marketing and Digital Media. 4) Corsi di alta formazione economico-finanziaria: International Economics and Business. 5) Il triennio della Laurea in Medicina.
    Tutti i corsi saranno realizzati mediante collaborazioni con le più prestigiose Università, non solo italiane, ed avranno come requisito la conoscenza della lingua inglese, nella quale verranno tenute parti consistenti delle lezioni.
    Il Segretario si è detto certo che una implementazione di questo tipo dell’offerta formativa della nostra Università avrà ampie ricadute sulla realtà sammarinese, non solo culturali, ma anche economiche, date le ampie dimensioni dell’indotto a vari livelli.
    La serata si è conclusa con diverse domande da parte dei soci, che hanno manifestato grande interesse per la relazione e per la successiva discussione. (Nicola Renzi)
      Video     immagini
     "la Fratta"ZAFFERANI-E-STACCHINI
    Il relatore della serata

    Enzo Zafferani sul tema “gli accordi contro la doppia imposizione”.
     

    Ospite il Segretario di Stato per il Lavoro Avv. Francesco Mussoni 
     che nell’indirizzo di saluto ha espresso la speranza che i rapporti fra San Marino e l’Italia migliorino a breve con la sottoscrizione dell’accordo contro le doppie imposizioni, attribuendo a questa firma uno scambio di fiducia fra i due Paesi e l’avvio di una collaborazione intensa e proficua.
    Il Dottor Zafferani dopo aver illustrato gli aspetti tecnici degli accordi “contro la doppia imposizione” si è soffermato sullo sviluppo dell’economia sammarinese.
    Il relatore ha messo in rilievo la necessità di una rivoluzione anche culturale per posizionare il sistema Paese San Marino in una dinamica di concorrenzialità e di sviluppo.


    Dott. Marco Tognacci , presentato dal Dott. Luciano Cardelli entra nel Club Rotary Rotary Club di San Marino
    togn
    immagini della serata



    premio Marino Belluzzi 2012

    sincro

    per  Cristina Nicolini e Elena Tini

    Atlete Sammarinesi nella disciplina: duo nuoto sincronizzato.

     IIl Rotary Club San Marino assegna il premio Marino Belluzzi alle atlete del nuoto sincronizzato Elena Tini e Cristina Nicolini. Relatori della serata l’allenatrice Elena Naddi e la coreografa Simona Chiari. Marino Belluzzi è stato un grande rotariano, ha sempre vissuto con passione e partecipazione tutte le attività del Club. Un impegno fatto di gesti concreti e di profonda umanità, gesti come quello di lasciare un fondo con cui si potesse aiutare giovani sammarinesi che, con merito, si stavano distinguendo nelle loro attività.
    E’ nato, così, il premio Marino Belluzzi, quest’anno assegnato ad Elena Tini e Cristina Nicolini. Il Rotary Club San Marino ha deciso di riconoscere il sacrificio, la fatica e la passione con cui, da anni, queste giovani atlete sammarinesi si stanno dedicando ad uno sport tanto meraviglioso quanto dimenticato dalle luci della ribalta, il nuoto sincronizzato. La più giovane fra le discipline natatorie, è arrivata alle Olimpiadi nell’edizione di Los Angeles 1984, mentre a San Marino l’inizio dell’attività è alla fine degli anni ’90. A raccontare la storia, la bellezza e le particolarità di questo sport sono state le due relatrici della serata, che hanno contribuito ai successi di Elena e Cristina. Si tratta del commissario tecnico Elena Naddi, allenatrice del duo, e della sua preziosa collaboratrice e coreografa Simona Chiari, che vanta, lei stessa, un prestigioso passato da atleta della nazionale italiana. “Per praticare nuoto sincronizzato – ha sottolineato Elena Naddi – la forza di volontà è ancor più importante della disponibilità al sacrificio. Quella forza di volontà necessaria per fare squadra e creare la giusta alchimia fra le atlete”. Elena e Cristina – che sin da bambine, hanno dedicato buona parte della loro vita all’allenamento in vasca – si sono “incontrate” e hanno saputo creare questo affiatamento a partire dal 2008. Per loro, da subito, è arrivato uno straordinario 5° posto nell’edizione della Coppa Latina, disputata proprio a San Marino. Poi un ulteriore crescendo di risultati, che hanno premiato la costante applicazione di Elena e Cristina, con la partecipazione alle rassegne Europee e Mondiali e la disputa delle qualificazioni olimpiche di Pechino e Londra. Le due atlete dedicano ogni giorno tante ore al loro sport. Studentesse di giurisprudenza la mattina, nuotatrici di pomeriggio e, spesso, di sera; per loro non solo l’allenamento in vasca, ma anche tanto lavoro di palestra e danza classica. Un riconoscimento meritato, dunque, che premia i sacrifici e la passione di una vita.


    immagini della serata



     mul  PAOLO MULARONI, Architetto e Guida alpina

     “Storie di viaggi in bici e sugli sci - piccole avventure in giro per il mondo”. Continua con successo la serie di conviviali con protagonisti giovani relatori sammarinesi. Serata dedicata ai viaggi con protagonista, presentato impeccabilmente da Ferdinando Gasperoni, Paolo Mularoni, che ha condiviso con l'attenta e numerosa platea rotariana alcuni delle sue avventure in bici e sugli sci in giro per il mondo. Dalla Cina al Vietnam in bicicletta, Giappone "rurale" sempre in bici, Sci alpinismo dopo aver navigato in barca a vela i fiordi della Norvegia e salito le propagini del monte più alto della Russia, l'Elbrus.

    Avventure "non estreme" ci tiene a precisare Paolo... certo per lui abituato ad accompagnare per professione turisti e viaggiatori e con la preparazione della prestigiosa Scuola di Guide alpine dove si formano gli "Scoiattoli" di Cortina. Noi comuni mortali,dopo la cena abbiamo apprezzato un racconto coinvolgente, delle immagini splendide, invidiando il giovane Viaggiatore per le sue tante imprese e sognando comunque  un viaggio "da turista" alla nostra portata...

    immagini della serata   Ristorante Righi la Taverna 25-4

     

     


    17-4  Sabrina Baracchi - Cinema e Champagne     sab
    Ristorante La Fratta - San Marino -
       Quando un uomo dice no allo Champagne, dice no alla vita. (Pierre Segui) Beh, ieri sera abbiamo vissuto una meravigliosa esperienza, un inno alla vita. Grazie Baracchi, con gli esilaranti spezzoni di film hai riacceso la memoria ai nostri migliori anni e con la preziosa e attenta scelta di Champagne ci hai accompagnato in seducenti bouquet, tutti esclusivi, ricchi di carattere e di aromi complessi. Difficile fare una classifica. Tutti grandiosi e unici come i sapienti, gustosi ed intriganti piatti di Raggi. Grazie Sabrina, grazie Stefano, grazie alla vostra professionalità. Questa si che è vita! Ottima cena, a quando la prossima? Vorrei prenotarmi. Sicuramente, sentiti i pareri della serata, non sarò solo. immagini della serata
  • FEDERICO TOMBARI  tombun giovane ricercatore sammarinese per la "visione artificiale"     immagini della serata
  • Una sfida del presente e del futuro: lo sviluppo di macchine intelligenti. “Uno sguardo sulla visione artificiale: metodologie, applicazioni e prospettive”. Singolare, ma estremamente affascinante, il tema scelto per l’ultima riunione conviviale del Rotary Club San Marino. Il giovane relatore, l’ingegnere Federico Tombari, rappresenta uno straordinario esempio di eccellenza sammarinese, che sta esportando in giro per il mondo le sue competenze con la partecipazione a numerose conferenze e workshop internazionali. Tombari è attualmente ricercatore presso il Computer Vision Lab dell’Università di Bologna, dove svolge anche l’attività di docente e membro di commissione per l’esame di stato al Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Informatica e Sistemica.
    Davanti all’attentissima platea dei soci rotariani, Tombari ha spiegato come la creazione di un’intelligenza artificiale sia un progetto che l’uomo rincorre già da secoli. Il sogno di creare una macchina, che possa replicare i meccanismi dell’umana autocoscienza, ha reso, fin da subito, estremamente labile il confine fra scienza e filosofia. La branca della “visione artificiale”, in particolare, ha già compiuto passi da gigante, ma ha ancora indefiniti margini di sviluppo ed un territorio virtualmente sconfinato da percorrere. Oggi i settori in cui troviamo una maggior possibilità di applicazioni sono quello medico – con la messa a punto di sistemi sempre più avanzati per la diagnosi di malattie – e quello dell’automazione industriale: in quest’ultimo caso, il primato nella ricerca e nello sviluppo di robot intelligenti è passato ai paesi dell’estremo Oriente, mentre in Europa la sola Germania sembra, con molta fatica, mantenere il passo. Esistono poi altre applicazioni che rimangono ancora, per diversi motivi, ad uno stadio sperimentale. Un robot domestico che compia le elementari mansioni di casa è già una realtà, ma con costi attualmente proibitivi per una famiglia media. Grandi risultati sono stati ottenuti anche nella messa a punto di veicoli intelligenti, capaci di guida autonoma: tecnologia già applicata, per esempio, nei Rover che hanno solcato la superficie del pianeta Marte; molto più difficile, invece, mettere in strada dei veicoli che sappiano “vedere” e dribblare tutte le insidie del traffico di una grande città!
  • car
  • Straordinario successo per i CARMINA BURANA !
  • Le immagini della serata

  •  Sabato 24 marzo, al Teatro Nuovo di Dogana – San Marino, il Concerto Carmina Burana di Carl Orff – organizzato dai quattro Rotary Club di San Marino, Rimini, Rimini-Riviera e Riccione-Cattolica – è stato salutato ed accolto da una partecipazione di pubblico che è andata oltre a qualsiasi più rosea previsione ed ha riscosso pieno successo, in un clima di sentite e forti emozioni sia per l’elevato valore culturale e artistico che ha rappresentato sia per le finalità per le quali è stato promosso.
    I Carmina Burana – capolavoro di Carl Orff eseguito dal “Piano Fortissimo Percussion Ensamble”, compagine orchestrale di grande prestigio, composta da sei percussionisti, due pianoforti, tre cantanti arricchita dalla preziosa partecipazione di alcuni fra i più importanti Cori del territorio: il Coro Lirico Amintore Galli di Rimini, il Coro Lirico della Regina di Cattolica, il Coro Lirico Perla Verde di Riccione, il Coro di Voci Bianche “Le allegre note” e dalla straordinaria partecipazione della Corale di San Marino – diretta dal M° Fausto Giacomini – hanno così contribuito a rafforzare le “fondamenta” gettate il 14 giugno 2011 dagli stessi Rotary Club e a fare proseguire un “progetto” veramente di immenso valore.
    Circa 480 Studenti delle Scuole Superiori e delle Scuole Medie di San Marino – assieme ai loro Insegnanti – hanno potuto assistere quali graditissimi Ospiti alle “prove generali”, svolte sabato mattina. Tantissimi Ragazzi e loro Accompagnatori, accolti dai Presidenti e dai Soci dei Rotary Club, hanno dimostrato grande apprezzamento all’iniziativa che hanno seguito con attenzione ed entusiasmo encomiabili sia durante l’ascolto della parte musicale sia nel momento delle riflessioni sugli ideali e scopi che il Rotary vuole diffondere e perseguire.

    Circa 900 persone, alla sera, erano presenti in Teatro al Concerto:
    -130 Esecutori di alto livello artistico – l’Orchestra “Piano Fortissimo Percussion Ensemble” diretta dal Maestro Concertatore e Direttore Giorgio Leardini – profondamente tesi a trasmettere forti e potenti emozioni,
    - 750 Persone desiderose e pronte ad accoglierle … per vivere assieme e ciascuno nel proprio ego… momenti di riflessione e di crescita spirituale di cui tutti abbiamo oggi veramente tanto bisogno di ritrovare e di vivere.
    Il Concerto di sabato, non è stato solamente una manifestazione culturale, unoccasione per ascoltare bellissima musica, ma un “Evento” che i Rotariani hanno voluto organizzare allo scopo di fare conoscere una “Iniziativa” molto importante, una “Azione di sensibilizzazione e di aiuto alla Ricerca svolta sulle Malattie neurodegenerative di origine genetica” ed in particolare quest’anno sulla “Corea di Huntington”.

    I Capitani Reggenti Gabriele Gatti e Matteo Fiorini che non hanno potuto essere presenti al concerto per precedenti impegni istituzionali hanno sottolineato la loro solidarietà e la loro viva partecipazione allevento.con una missiva che è stata, letta dalla brava presentatrice Patrizia Deitos ed accolta con molto piacere da tutti i presenti.

    I Presidenti dei quattro Rotary Club promotori hanno introdotto la serata:
    - Leo Marino Stacchini di San Marino porgendo un caloroso saluto di benvenuto a tutti gli intervenuti
    - Giuseppe Dini di Rimini-Riviera illustrando gli scopi e gli ideali del Rotary
    - Giorgio Leardini di Riccione-Cattolica presentando il programma della serata, l’Orchestra e i Cori
    - Luigi Prioli introducendo le motivazioni che hanno tanto impegnato i Club e gli stessi Presidenti nell’organizzazione di questo Evento finalizzato a sostenere la Ricerca sulla Corea di Huntington e poi introducendo la Ricercatrice alla quale verrà devoluta una “Donazione” di importo pari all’incasso di tutti i biglietti di ingresso.

    Inoltre la Prof.ssa Elena Cattaneo, Direttore del Laboratorio di Ricerca sulle Cellule Staminali UniStem – Università degli Studi di Milano, con estrema semplicità ed enorme entusiasmo ha illustrato in estrema sintesi quanto si è fatto e si sta facendo nel campo della Ricerca svolta in particolare sulla Malattia di Huntington, quanto si potrebbe fare e si potrà fare se la Ricerca verrà adeguatamente considerata ed aiutata. La Ricercatrice Cattaneo nell’esprimere poi il suo più sentito ringraziamento ai Rotary Club che le sono vicino fin già dallo scorso anno ha rivolto un invito a riflettere e a considerare il momento come una musica di speranza che ci deve guidare nel deserto dell’ignoranza e dell’indifferenza verso la salvezza e la gioia di vivere.
    Felice la scelta dell’Opera, magistrale la sua esecuzione, entusiamante e meraviglioso l’apporto dell’Orchesta, dei Cori, dei Solisti e di tutti gli Esecutori. Eccelsa la Direzione del M° Giorgio Leardini che gratuitamente e con tanto impegno ha contribuito alla realizzazione della manifestazione ed al suo pieno e meritato successo.

    Lodevole la determinazione e l’impegno dei Presidenti dei Club e dei Soci particolarmente impegnati a livello personale e dei Soci Sostenitori di questa iniziativa che quando sarà più condivisa a livello locale, nazionale ed internazionale potrà portare a benefici di incommensurabile valore e a una nuova alba di speranza e di vita a tante, tante Persone attorno a noi, in Italia e nel Mondo.
    Buona, professionale ed apprezzata l’opera della presentatrice Patrizia Deitos.
    Quella di sabato è stata dunque una serata, fortemente voluta dai Presidenti dei Rotary Club che con la loro dedizione ed il loro impegno hanno reso possibile questo evento e questo successo che resterà nella storia rotariana.
    E’ stato un grande Concerto che ha trasformato i Carmina Burana in un inno alla gioia, alla vita e alla speranza, in note forti e melodiose che hanno profondamente toccato ognuno di noi.

  • NUZZ Il Prof. Antonio Nuzzo, Direttore e Professore Ordinario di Diritto Commerciale e di Diritto Privato Comparato del Dipartimento di Giurisprudenza della Luiss Guido Carlo di Roma è stato l’illustre ospite al Rotary Club di San Marino, relazionando su “Università: formazione scientifica e training professionale”. Il Prof. Nuzzo, Avvocato, è autore di numerosissime pubblicazioni, ha numerosi incarichi universitari, ha presieduto, durante il semestre di presidenza italiana, i lavori del Gruppo comunitario per l’emanazione del Regolamento Cee sulla Società Europea. In ambito professionale è co-fondatore dello Studio Legale Bussoletti Nuzzo & Associati, associazione professionale di cui – unitamente ad altri – è partner anche l’Avv. sammarinese Matteo Mularoni, unione che ha dato vita ad una struttura professionale che costituisce oggi una delle principali Law Firm del panorama italiano, annoverando al suo interno circa cinquanta tra avvocati e professori universitari, con elevata specializzazione nell’ambito del diritto civile, commerciale, bancario e fallimentare.
    Il Prof. Antonio Nuzzo, ha intrattenuto i numerosi rotariani ed ospiti presenti dando vita ad un dibattito che ha tratto spunto dalla propria esperienza di preside e docente universitario presso la LUISS. In particolare, il Professore ha rappresentato la sua visione dell’Università con riferimento agli anni che viviamo, individuando l’ambito accademico come luogo che deve mirare a formare gli studenti fornendo loro non solo le conoscenze proprie di una determinata disciplina, ma anche gli strumenti per l’applicazione pratica, concreta delle nozioni apprese, al fine di rispondere alle mutate esigenze ed alla competizione insita nell’odierno mercato del lavoro.
    Il Professore non ha mancato di esporre le innovazioni da lui introdotte nella LUISS, spingendosi sino ad anticipare in assoluta anteprima i percorsi di formazione professionale simulata ante lauream che sotto la sua guida la Facoltà di Giurisprudenza si accinge a presentare al mondo accademico.
    L’osservazione diretta delle enormi difficoltà che oggi i giovani incontrano al momento del loro ingresso nel mondo del lavoro, con particolare riferimento al mondo delle professioni legali, ha stimolato al Professore alcune riflessioni sulla necessità di lasciare maggiore spazio alla meritocrazia nel cursus dei giovani nonché su come l’odierna classe dirigente sia, oggi più di ieri, chiamata a mettersi, responsabilmente e personalmente, in gioco: la LUISS oggi, esprime due Ministri, 1 vice Ministro e ben quattro Sottosegretari al Ministero della Repubblica Italiana, a conferma del forte impegno politico e sociale della Accademia in questo particolare momento storico. Il Presidente Leo Marino Stacchini e il pubblico del Rotary hanno apprezzato molto l’intervento del Professore, come dimostrato anche dalle considerazioni svolte da alcuni Soci sul finire ed a margine dell’incontro.  IMMAGINI DELLA SERATA         video
  • vinc
  • 13/mar/2012Pof. Vincenzo Tagliaferro:"Sistema finanziaro RSM, sovranità e regole"                                                                           matt
    Serata ricca di piacevoli sensazioni: emozione per l'ingresso del nuovo socio Matteo Mularoni, giovane ma talentuoso ed affermato avvocato e docente universitario, sorpresa per l'eloquente relazione di Vincenzo Tagliaferro sul sistema finanziario della Repubblica di San Marino. Un ricco percorso in crescendo su cos'è e come funziona un sistema, una visione a tutto campo con raffronti europei e mondiali. Tutto è cambiato in questi pochi anni per chi ha o non ha sovranità. Ogni paese si è riprogettato ed adeguato definendo nuovi modelli, ridisegnando regole e traguardi. Regole anche dure e restrittive, ma la vita insegna: per avere bisogna dare, uno scambio do ut des, l'importante è mediare: fare regole; domani si potranno nuovamente rinegoziare. Un grande dimostrazione della forza e dell'orgoglio partenopeo al servizio della nostra Repubblica. Non siamo l'inferno, credere in noi stessi e credere nel futuro. Un imperativo. Un' invito per noi sammarinesi. Grazie Vincenzo. Benvenuto Matteo
  • paoloPAOLO PIETRO ALBERTINI  Premio Rotary alla Professionalità 2012

    Il Rotary Club San Marino, con la finalità di riconoscere l’eccellenza nell’ambito delle professioni, ha attribuito all’ingegnere Paolo Pietro Albertini il Premio Rotary alla Professionalità. Paolo Pietro Albertini si laurea nel 1962 a Bologna in ingegneria meccanica. Dopo una breve esperienza all’ANIC di Ravenna, inizia ad insegnare matematica e scienze alle medie e al ginnasio di San Marino e parallelamente a dedicarsi al settore edile come strutturista e impiantista. Dopo 10 anni di insegnamento, decide di dedicarsi solo alla libera professione, che esercita quindi per circa quarant’anni come attività di service ai progettisti.

    Nella sua carriera Egli progetta oltre 3500 strutture ed altrettanti di impianti; l’esperienza acquisita gli permette di progettare opere all’avanguardia sia nel settore geotecnica che impiantistico, ottenendo un indiscusso successo professionale.

    All’ing. Albertini vengono in maniera unanime riconosciute le doti che definiscono il mestiere dell’ingegnere, non solo per l’entità e la qualità dei lavori svolti ma per la sua personalità professionale e umana.

    Paolo Pietro Albertini ha pertanto fatto onore alla professione, applicando la scienza con perizia, con saggezza e senso di responsabilità sociale, raccogliendo le sfide delle nuove tecnologie e dei nuovi modi di progettare e trasmettendo efficacemente, con l’insegnamento, le proprie conoscenze tecniche con semplicità e umanità.

    A Lui è stato riservato il massimo apprezzamento di tutta la sala e per mano dell’ing. Maurizio Grassi e del Presidente Leo Marino Stacchini gli è stato consegnato il Premio alla Professionalità 2012.                Immagini della serata

  • rim RIMINI CASTEL SISMONDO Visita alla splendida Mostra di Linea d'Ombra " "da Vermeer a Kandisky" e cena dalla Marianna .Cultura e cucina insieme: una meravigliosa alchimia  immagini della serata

  • laura17\2 Dott.ssa Laura Pullè Mandelli " Giovinezza Giovinezza" Brillante conviviale rotariana al Titano dove la relatrice ha tenuto una conversazione suffragata da una presentazione con splendide immagini sulla vita, la giovinezza, l'inevitabile vecchiaia. Non è mancato un interessante dibattito fra i presenti.
  • immagini della serata
  • 10\1\Rotary -Rotaract di San Marino insieme per grandi progetti. Alla conviviale al Ristorante Rossi partecipano presidente Rotaract Samuele Guiducci,Letizia Cardelli, Matteo Giordani e altri soci del Club giovanile del Rotary. Presentati da Nicola Renzi, hanno esposto con giusto orgoglio l'attività che li ha visti impegnati in questo ultimo periodo, dalla organizzazione dell'Assemblea distrettuale al precedente prestigioso e riuscito REM quando giovani leaders studenti e professionisti di tutta europa hanno partecipato a questo meeting di conoscenza e formazione nel nostro paese. Il Rotary di San Marino, ha sottolineato il presidente Leo Marino Stacchini, si compiace per  i risultati raggiunti e auspica una  continuità nella collaborazione fra i due clubs a sostegno di progetti condivisi e importanti nello spirito rotariano.
  • .nicolarotaractguiducci
  • immagini della serata

 

  • le altre notizie           Archivio notizie (Bollettino)

    Sito Ufficiale del Rotary Club di San Marino (Repubblica di San Marino)            Ogni pubblicazione ritenuta inappropriata  o non gradita verrrà rimossa segnalandola al redattore  sciacci@omniway.sm

  •  

    mm

    Roberto Bandini  Presidente 2014-15

    --------

    Governatore Distretto 2072

                                        Ferdinando del Sante

    -------- 

    Gary C.K. Huang

    Presidente Rotary International

    'Accendi la luce del Rotary' tema presidenziale 

     

     


    Visualizzazione ingrandita della mappa

    Come raggiungere il Ristorante Righi

    Piazza della libertà.

     Per le conviviali del Club

     (in genere il Martedì)

                 consulta il  programma mensile.